logo 30

Banner
Banner
Banner
Banner
IBL 1
GARA1, T&A-PADULE 7-1
Sabato 16 Giugno 2018 16:24    PDF Stampa E-mail

Nella prima partita della giornata con Padule, la T&A ha la meglio per 7-1 grazie soprattutto all’eccellente gara da partente di Alessandro Maestri (one-hit in 6 inning) e a due ‘legni’ di Riccardo Babini (doppio che ‘sparecchia’ al 2°) e Ronald Bermudez (homer da 3 al 5°). Su quei 6 punti San Marino costruisce una vittoria tutto sommato tranquilla, col punteggio finale di 7-1 che prende corpo anche sui singoli punti segnati dalle due squadre alla settima ripresa. Il vincente è Maestri, salvezza per Garate che ha lanciato tre inning.

L’unica ripresa di relativa difficoltà di Maestri è la prima, con un errore difensivo e una valida di Scull a mettere due uomini in base con un out. La difesa però risponde prontamente e su Alarcon arriva un doppio gioco che fa rimanere il punteggio sullo 0-0. La T&A, che al 1° non si era resa pericolosa, diventa estremamente efficace al 2°, quando riempie le basi con l’errore su Bermudez, il singolo di Imperiali e la base a Morreale. A quel punto, con due out, è decisivo il bellissimo doppio a sinistra di Riccardo Babini, una legnata che ‘sbianca’ la linea di foul e porta a casa i tre punti del momentaneo 3-0. Di colpo un vantaggio già consistente, considerando la bella prova di Maestri sul monte. Al 5° la T&A raddoppia, ancora una volta con un solo giro di mazza: questa volta il merito è di Bermudez, che spara un fuoricampo da tre che porta a punto anche Lupo e De Wolf (due basi ball). È 6-0 e a questo punto il finale è in scioltezza, con Garate che però, appena entrato al 7°, subisce il solo-homer di Alarcon che porta a tabellone l’1-6 dei toscani. Nella parte bassa della stessa ripresa è ancora Bermudez, questa volta con un singolo, a battere a casa un punto (7-1): a segnare ci va Lupo, in seconda dopo singolo e rubata. L’ultima cosa da segnalare al 9°, per il Padule, è la prima valida in Serie A1 di Sean Fasano, ragazzo che deve ancora compiere 17 anni. La T&A vince gara1 per 7-1.

T&A SAN MARINO-RECOTECH PADULE 7-1

PADULE: Tissera (Fasano 1/2) ss (0/2), Gozzini es (0/4), Scull ec (1/3), Alarcon 3b (1/4), Pinto 1b (0/3), Origlia (Costantini l 0/1) r (0/2), Maldonado ed (0/3), Valsecchi dh/r (0/2), Diaz (Sorri 0/1) 2b (0/2).

T&A: Pulzetti ss (0/5), Lupo ec (1/3), De Wolf ed (1/3), Bermudez dh (2/4), Reginato es (0/4), Imperiali 2b (2/3), Albanese r (0/4), Morreale 1b (0/2), Babini 3b (1/4).

PADULE: 000 000 100 = 1 bv 3 e 1

T&A: 030 030 10X = 7 bv 7 e 1

LANCIATORI: Rodriguez (L) rl 5, bvc 4, bb 4, so 5, pgl 3; Costantini (r) rl 3, bvc 3, bb 1, so 2, pgl 1; Maestri (W) rl 6, bvc 1, bb 1, so 8, pgl 0; Garate (S) rl 3, bvc 2, bb 1, so 4, pgl 1.

NOTE: fuoricampo di Bermudez (3p. al 5°) e Alarcon (1p. al 7°). Doppi di De Wolf, Imperiali e Babini.

 
TORNA IL CAMPIONATO, LA T&A OSPITA IL PADULE
Venerdì 15 Giugno 2018 09:32    PDF Stampa E-mail

Sembra passata una vita e invece sono solo pochi giorni. L’amara retrocessione in Coppa lascia spazio al ritorno in campionato, una Serie A1 che entra nel vivo. Proprio così, perché da questa settimana si scollina nel girone di ritorno e le cose si fanno tremendamente più serie. Vietato perdere terreno, insomma, altrimenti la strada verso i playoff si potrebbe fare davvero ripidissima.

La T&A vuole ricominciare nel migliore dei modi per dare la caccia al quarto posto e l’avversario di giornata è la Recotech Padule, penultima con due vittorie davanti al Nettuno City. Si giocherà a Serravalle domani, sabato 16 giugno, con playball di gara1 alle 15.30 e gara2 alle 19.30. La T&A (6 vinte e 7 perse) deve necessariamente provare ad accorciare rispetto a Parma (9-5) e Città di Nettuno (8-6), che tra l’altro si incontrano in questa giornata.

Per farlo, la truppa di Mario Chiarini dovrà invertire una tendenza che la vede, in campionato, al penultimo posto in media battuta con 208 di squadra. Dietro c’è proprio l’avversario di questo turno, Padule, con 182. In Coppa la T&A ha battuto e la forma nel box sembrerebbe essere in crescita. Vitale, per la prosecuzione della stagione. In campionato San Marino resta secondo come media di difesa (975, davanti c’è solo Bologna), mentre Padule è penultimo (951). Sul monte la T&A è terza per media ERA (2.58) e i toscani sono al settimo posto (6.99).

Le uniche due partite portate a casa dal Padule (col Nettuno City il 5 maggio e con Rimini il 12 maggio) hanno visto come vincente Vladimir Banos, lanciatore cubano di 34 anni la cui media ERA non è disprezzabile (3.83, 2 vinte e 5 perse). Banos è stato sempre partente, mentre le altre sette gare se le sono divise Carlos Rodriguez (0-2, 4.22), Junior Perez (0-4, 7.71) e Leonardo Molina (0-1, 22.65). Gli altri rilievi sono Lorenzo Vassallo (11.25), Raffaele Bosi (12.46) e Marco Costantini, che in 6.1 riprese lanciate ha subito un solo punto.

Occhio a sottovalutare il Padule, che nel box può trovare sempre risorse di una certa rilevanza. Il migliore è Yordanis Alarcon, 362 di media con un fuoricampo e 4 punti battuti a casa. Dietro di lui c’è Yordany Scull (265), mentre sono sotto quota 200 Origlia (194), Gozzini (189), Pinto (178), Maldonado (167), Valsecchi (158), Tissera (128), Sorri (080) e Bosi (045).

 
T&A-AMSTERDAM 3-8
Domenica 10 Giugno 2018 12:27    PDF Stampa E-mail

La T&A perde lo spareggio retrocessione con Amsterdam (3-8). Vincente Heijstek, perdente Quevedo.

La gara di oggi è la conseguenza della sconfitta di ieri della T&A con i tedeschi dell’Heidenheim, un match che San Marino ha perso 5-6 nonostante la buona partenza sul monte di Ale Maestri (7 inning, 1 valida subita, 10 strike out). Avanti 4-0, poi 4-1 dopo 7 riprese, i Titani hanno subito 4 punti all’8° (4-5) e poi uno al 9° (4-6) prima del solo-homer di De Wolf che ha fissato il finale sul 5-6. Per la T&A il perdente è Perez, per Heidenheim il vincente è Spann e la salvezza va a Hively. Inutili le 9 valide sammarinesi contro le 4 tedesche.

Nello spareggio per non retrocedere con Amsterdam i Titani subiscono la mazzata dei 5 punti tra 1° e 2° inning. Al primo tre valide producono due punti (0-2), al 2° invece subito due eliminati di Quevedo, poi però un bunt valido mette in crisi il partente della T&A. Arrivano una base ball, una palla mancata, un lancio pazzo (0-3), un’altra base ball e un altro lancio pazzo (0-5). Senza valide ulteriori, in definitiva, l’L&D Amsterdam scava un solco difficilmente recuperabile.

La T&A San Marino però ci prova con carattere e tra terza e quarta ripresa prova a rimettersi in carreggiata. Al 3° arrivano due segnature grazie al bel doppio di uno scatenato De Wolf (2-5), al 4° è una valida interna di Avagnina a mandare a punto Bermudez, in seconda su doppio.

Al 5° attacco di Amsterdam un errore della difesa tiene vivo l’inning e Croes ne approfitta subito per toccare il doppio che genera un ulteriore punto (3-6). Il problema, a questo punto, è che l’attacco della T&A nella parte centrale del match non riesce a essere così efficace come in precedenza e il doppio di Berkenbosch, al 9°, accoppiato al singolo di Daal, battono a casa i punti del definitivo 8-3. Nessun punto sammarinese al 9°, la T&A perde lo spareggio retrocessione.

T&A SAN MARINO – L&D AMSTERDAM 3-8

L&D: Draijer ec (1/3), Z. Croes 2b (1/4), Urbanus ss (0/3), Berkenbosch 1b (1/5), L. Croes ed (3/4), Daal dh (1/4), Gerard 3b (0/5), Clarijs r (1/3), Van Weert es (1/4).

T&A: Avagnina ec (2/4), Pulzetti ss (1/4), De Wolf ed (1/5), Colabello 1b (0/4), Bermudez dh (2/3), Lupo es (1/4), Albanese (Reginato 0/1, Martin) r (0/3), Imperiali 2b (1/3), Babini 3b (1/4).

L&D: 230 010 002 = 8 bv 9 e 0

T&A: 002 100 000 = 3 bv 9 e 1

LANCIATORI: Heijstek () rl 6.2, bvc 6, bb 3, so 6, pgl 3; Rietel () rl, bvc, bb, so, pgl; Quevedo (L) rl 5, bvc 5, bb 3, so 4, pgl 3; Jimenez (r) rl 1, bvc 1, bb 1, so 0, pgl 0; Perez (r) rl 2.1, bvc 2, bb 2, so 2, pgl 2; Cherubini (f) rl 0.2, bvc 1, bb 0, so 0, pgl 0.

NOTE: doppi di Berkenbosch, L. Croes, De Wolf e Bermudez.

 
T&A-DRACI BRNO 12-11
Venerdì 08 Giugno 2018 14:38    PDF Stampa E-mail

La partita di ieri sera tra Neptunus Rotterdam e Brno, vinta dai padroni di casa olandesi, aveva già escluso definitivamente la T&A dai piazzamenti d’onore delle semifinali 1°-4° posto. A questo punto la gara odierna col Draci serviva solo a designare terza e quarta del girone, con entrambe che poi domani incroceranno quarta e terza dell’altro raggruppamento.

A vincere è stata la T&A dopo una gara passata sull’ottovolante, con tanti recuperi e addirittura 11 dei 12 punti segnati negli ultimi quattro inning. Protagonista assoluto di giornata Thomas De Wolf, pitcher vincente e straordinario anche in battuta con un fuoricampo, due doppi e un eccellente 4/5.

La gara inizia con Cherubini partente per i Titani e Sobotka per i ceki. Ad andare per primi in vantaggio sono proprio quelli del Draci, che al primo sfruttano un singolo di Cech per portare a casa Dubovy (1-0), in seconda dopo il singolo e l’avanzamento sulla base ball a Cervinka. La T&A pareggia sull’1-1 al 2° (due valide e rimbalzante di Babini che manda a casa il punto), ma al 3° il Draci allunga in maniera prepotente con un big inning da quattro punti. Subito i doppi di Dubovy e Cervinka (2-1), poi singolo di Schneider (3-1), doppio di Chroust (4-1), singolo di Hajtmar e volata di sacrificio di Polansky (5-1). Cinque valide che piegano Cherubini, bravo però poi a non arrendersi e a portare avanti una partita in cui non subirà più punti nei successivi tre inning in cui sarà impiegato.

La T&A torna a segnare al 6° con una volata di sacrificio di Colabello (2-5, De Wolf doppio e avanzamento), col 7° inning che rappresenta addirittura il sorpasso. Base ball a Lupo e Martin colpito rappresentano la fine della partita sul monte ceko per Capka (a sua volta salito per il partente Sobotka) e l’inizio di quella di Vasourek. Il terzo pitcher di giornata del Draci subisce il singolo da parte di Babini (3-5) e soprattutto quello del pari di Ferrini (5-5), col doppio successivo di De Wolf che vale il sorpasso (6-5) e anche un altro cambio sul monte. Entra Nebenfuhr, con il Draci che chiude la ripresa senza ulteriori danni.

Il vantaggio sammarinese, sudato e ottenuto con grande determinazione, dura però pochissimo, con Brno che al cambio di campo segna ancora cinque punti. C’è Coveri sul monte e il suo impatto non è efficace. Arrivano le basi ball a Dubovy e Cervinka, Schneider in prima per scelta difesa (ma tutti salvi) e Cech colpito a basi piene per il punto automatico del 6-6. Altro cambio sul monte, con pallina stavolta affidata a De Wolf. Per lui, che poi si riprenderà ampiamente, l’impatto è scioccante, con Chroust che indovina un fuoricampo da quattro punti. Un grande slam che manda il Draci sul 10-6.

Finita? Macchè. All’8° la T&A pareggia con i fuoricampo di Lupo (solo-homer) e De Wolf (da due), più in mezzo la volata di sacrificio di Ferrini. Sul 10-10, al 9°, arrivano i due punti della vittoria battuti a casa da Martin (11-10) e Babini (12-10) con altrettanti singoli. Nella parte bassa a chiudere (e vincere) il match ci pensa ancora De Wolf, che conclude la sua pazzesca giornata subendo il punto dell’11-12 (pbc Hubbard) ma eliminando al piatto Kalabek per l’ultimo out della partita.

Domani la T&A giocherà alle 10.30 contro la quarta classificata del girone A.

DRACI BRNO – T&A SAN MARINO 11-12

T&A: Ferrini ss (2/4), De Wolf dh/l (4/5), Avagnina ec (1/5), Colabello 1b (1/3), Reginato es (0/4), Lupo ed (3/3), Martin r (2/4), Babini 2b (2/4), Pulzetti 3b (1/5).

DRACI: Dubovy ec (3/4), Cervinka 3b (1/4), Schneider ss (1/3), Cech r (2/4), Chroust 1b (2/5), J. Hajtmar 2b (2/5), Polansky (Hubbard 1/2) dh (0/2), Kalabek ed/es (1/5), Mostek (A. Hajtmar ed 0/1) es (0/3).

T&A: 010 001 442 = 12 bv 16 e 1

DRACI: 104 000 501 = 11 bv 13 e 2

LANCIATORI: Cherubini (i) rl 6, bvc 9, bb 1, so 2, pgl 5; Coveri (r) rl 0.0, bvc 0, bb 2, so 0, pgl 4; De Wolf (W) rl 3, bvc 4, bb 0, so 2, pgl 2; Sobotka (i) rl 5, bvc 5, bb 3, so 0, pgl 1; Capka (r) rl 1, bvc 1, bb 1, so 0, pgl 3; Vasourek (r) rl 0.1, bvc 3, bb 0, so 0, pgl 2; Nebenfuhr (r) rl 1.1, bvc 3, bb 0, so 1, pgl 2; Furko (L) rl 1.1, bvc 4, bb 0, so 0, pgl 2.

NOTE: fuoricampo di Lupo (1p. all’8°), De Wolf (2p. all’8°) e Chroust (4p. al 7°). Doppi di De Wolf (2), Dubovy, Cervinka, Cech, Chroust e Kalabek.

 


Pagina 8 di 20