logo 30

Banner
Banner
Banner
Banner
IBL 1
DOPPIETTA ALL'ESORDIO PER LA T&A (3-0, 12-0)
Domenica 22 Aprile 2018 01:24    PDF Stampa E-mail

È cominciata come meglio non avrebbe potuto la stagione di Serie A1 della T&A San Marino. Gli uomini di Mario Chiarini esordiscono con una doppietta a Sesto Fiorentino con Padule, vanno 2-0 in classifica e attendono il Città di Nettuno nel prossimo weekend per il debutto casalingo. Nelle due vittorie, 0 punti subiti, 6 valide concesse e un line-up che ha prodotto 19 valide, col mirabile 9/16 dei primi quattro in gara2. Da segnalare i due fuoricampo, uno per partita, di Mattia Reginato.

GARA1

Tirata, ma mai in pericolo. La prima valida stagionale è di De Wolf, il primo punto battuto a casa (al 1° inning) è di Epifano. 1-0 con tre valide al primo inning, eppure il partente toscano, il cubano Banos, la tiene lì. Quevedo per la T&A è impeccabile, concede la miseria di una valida e una base ball, ma non c’è mai una vera fuga. Al 2° un doppio gioco chiude anticipatamente l’attacco, al 3° non basta un doppio dell’ottimo De Wolf e al 4° non sono sufficienti singolo di Epifano e doppio di Lupo: si rimane 1-0 per San Marino per due terzi di match. Al 6° è Reginato a spezzare l’incantesimo col fuoricampo del 2-0, al 9° infine è Morreale, col singolo, a portare a casa Lupo che era stato colpito. Finisce 3-0 per la T&A.

POL. PADULE-T&A SAN MARINO 0-3

T&A: Ferrini 2b (0/3), De Wolf ed (2/4), Bermudez ec (1/4), Reginato es (1/4), Epifano ss (2/4), Imperiali 1b (0/4), Lupo dh (1/2), Morreale r (1/4), Pulzetti 3b (0/2).

PADULE: Bosi ed (0/4), Gozzini es (0/4), Scull ec (1/3), Pinto 1b (0/3), Alarcon 3b (0/3), Origlia r (0/2), Valsecchi dh (1/3), Sorri 2b (0/3), Fasano ss (0/3).

T&A: 100 001 001 = 3 bv 8 e 0

PADULE: 000 000 000 = 0 bv 2 e 0

LANCIATORI: Quevedo (W) rl 6, bvc 1, bb 1, so 5, pgl 0; Jimenez (r) rl 2, bvc 1, bb 0, so 1, pgl 0; Garate (S) rl 1, bvc 0, bb 0, so 0, pgl 0; Banos (L) rl 6, bvc 7, bb 2, so 8, pgl 2; Costantini (r) rl 3, bvc 1, bb 0, so 1, pgl 1.

NOTE: fuoricampo di Reginato (1p. al 6°); doppi di De Wolf e Lupo.

GARA2

La T&A vince per manifesta al settimo indirizzando il match già al primo lancio avversario. Il pitcher toscano è Junior Perez, il leadoff sammarinese Ferrini: il risultato, alla prima pallina della partita, è un fuoricampo che vale l’1-0. Sul monte c’è Maestri, che concede qualche valida qua e là ma chiude sempre bene le rare situazioni di difficoltà e non subisce punti. In attacco, dopo un secondo inning tranquillo e un terzo con Bermudez lasciato in terza, al quarto la T&A riprende a martellare: Lupo è colpito, Morreale va col doppio per regola, Babini infila un singolo che li porta a casa entrambi (3-0), Epifano centra un doppio e Bermudez azzecca un’altra valida da due punti (5-0). Risultato ora più che tranquillizzante, con San Marino ad allungare ancora al 6° sul neo entrato Molina. Per Avagnina ci sono quattro ball, per Babini anche e poi, dopo un doppio gioco difensivo, cominciano a fioccare punti: singolo di Epifano (6-0), singolo di Reginato (7-0), basi a De Wolf e Imperiali (8-0) e base anche a Lupo da parte del neo entrato Bosi (9-0). Al 7°, a superare la soglia della ‘manifesta’ ci pensa Mattia Reginato, al suo secondo fuoricampo di giornata dopo quello di gara1. Questa volta non è un solo-homer, ma una legnata a sinistra da 3 punti, più che sufficienti per andare 12-0 e per consentire ad Andres Perez, nella parte bassa del settimo, di chiudere agevolmente. 12-0 T&A.

POL. PADULE-T&A SAN MARINO 0-12 (7°)

T&A: Ferrini 3b (2/5), Epifano ss (2/5), Bermudez ec (3/3), Reginato es/r (2/3), De Wolf ed (0/3), Imperiali 1b (0/4), Lupo dh (0/2), Morreale (Avagnina 0/1, Pulzetti) r (1/2), Babini 2b (1/3).

PADULE: Sorri (Cerruti) 2b (0/2), Gozzini es (1/4), Scull ec (1/3), Pinto 1b (0/3), Alarcon 3b/ss (1/2), Valsecchi dh (1/3), Maldonado ed (0/2), Faticanti r (0/3), Fasano (Origlia 3b 0/1) ss (0/1).

T&A: 100 404 3 = 12 bv 11 e 0

PADULE: 000 000 0 = 0 bv 4 e 1

LANCIATORI: Maestri (W) rl 5, bvc 3, bb 2, so 5, pgl 0; Cherubini (r) rl 1, bvc 1, bb 0, so 0, pgl 0; A. Perez (f) rl 1, bvc 0, bb 1, so 1, pgl 0; J. Perez (L) rl 5, bvc 5, bb 4, so 4, pgl 5; Molina (r) rl 0.2, bvc 3, bb 4, so 0, pgl 4; Bosi (f) rl 1.1, bvc 3, bb 2, so 0, pgl 3.

NOTE: fuoricampo di Ferrini (1p. al 1°) e Reginato (3p. al 7°); doppi di Scull, Morreale ed Epifano.

 
COUNTDOWN AL PLAYBALL, LE PAROLE DI MARIO CHIARINI
Venerdì 20 Aprile 2018 08:23    PDF Stampa E-mail

Poche ore al playball della stagione, con la T&A che è attesa a Sesto Fiorentino per la gara inaugurale con il Padule. Domani, sabato 21 aprile, la stagione di Serie A1 dei Titani avrà inizio e c’è tanta curiosità per vedere la nuova squadra all’opera e per valutare progressi e stato di forma del gruppo. Le due partite si giocheranno alle 15 e alle 20.

A Mario Chiarini la prima cosa che chiediamo è l’eventuale differenza di sensazioni, nell’avvicinarsi al campionato, tra il ruolo di manager e quello di giocatore…

“Le sensazioni sono più o meno le stesse – risponde Chiarini -. Da giocatore devi pensare solo alla prestazione, ad andare a giocare al meglio delle tue possibilità. Da manager devi giocoforza guardare più lontano, valutare tante cose e pensare anche alla corsa alla lunga distanza. La preparazione? Dei problemi col maltempo abbiam parlato, di sicuro questa è stata una buona settimana nella quale siamo riusciti a stare in campo come volevamo. Abbiamo lavorato pesante adesso per mettere benzina nel motore e magari alleggerire un po’ più avanti”

Che sfide saranno quelle di Sesto Fiorentino?

“È la prima di campionato e tutti vogliono far bene. Non sarà facile per il fatto di giocarne due in giornata fuori casa, ma naturalmente andremo là per fare il meglio possibile. Il Padule è migliorato, bisognerà prestare la massima attenzione”

Quali sono le favorite in questo 2018?

“Probabilmente le stesse di sempre, ma se azzecchi i lanciatori stranieri puoi fare un bel passo in avanti. I bullpen si livellano e la distanza tra San Marino, Rimini, Bologna e le altre può ridursi se i lanciatori reggono”

Quali saranno i partenti delle prime due gare per la T&A?

“Sul monte ci saranno Quevedo e Maestri, mentre dietro al piatto non sarà ancora disponibile Simone (Albanese) che però ha ricominciato a lavorare sul campo e a riprendere ritmo. A ricevere ci sarà Nick Morreale. Per il resto pensiamo a queste due partite e a entrare in forma, tutti, nella maniera migliore possibile”

 
STAGIONE AL VIA, LE PAROLE DI MAURO MAZZOTTI
Venerdì 20 Aprile 2018 08:15    PDF Stampa E-mail

In casa T&A l’idea è quella di sempre. Il motto anche ed è quello, estremamente efficace, che ama ripetere spesso il general manager Mauro Mazzotti...

“Puntiamo a essere in campo quando le altre hanno finito la stagione”, dice anche in questo 2018 il GM. Dunque arrivare fino in fondo, quando le altre, giocoforza, sarebbero eliminate. In campionato e in Coppa Campioni. Giocarsela, in una parola.

“Io credo che abbiamo costruito una squadra equilibrata – dichiara Mazzotti -. Un team ben coperto in tutti i settori, costruito e pensato con i criteri dell’anno scorso, cioè un buon monte di lancio e una difesa fresca e attrezzata”

A che punto è la questione Colabello?

“Non gli mettiamo pressione. Contiamo su quello che ci siamo detti e aspettiamo di vedere cosa succede. Se non dovesse firmare per un’organizzazione di oltreoceano sarà dei nostri”

Su quali giocatori punta la T&A quest’anno?

“Io scommetto sul gruppo, sul suo essere omogeneo e sul fatto che non ci siano differenze così marcate tra i ragazzi. No a superstar e gregari, sì a elementi sempre utili per le loro singole capacità. Fino ad ora è andato tutto bene, a parte la preparazione a strappi dovuta all’inverno che si è protratto più a lungo del solito. In ogni caso tra poco si comincia”

Che tipo di sfide saranno quello col Padule?

“A inizio campionato le squadre sanno che possono colpire le più forti che magari non sono ancora al 100%, è per questo che bisogna fare attenzione. Occhio a Padule. Il campionato? Io credo che sarà molto più equilibrato di quello passato. La differenza tra le prime è quelle sotto si è ridotta, molto grazie al fatto di poter far lanciare sostanzialmente chi si vuole. Maestri? Non abbiamo guardato al passaporto ma alla qualità del giocatore e della persona, per Colabello vale la stessa cosa”

In panchina, a dirigere le operazioni, ci sarà Mario Chiarini

“Mario sarà un allenatore che capirà subito le teste dei giocatori e i loro problemi. Il fatto di aver smesso pochi mesi fa in questo lo aiuterà. La Coppa? È un nostro obiettivo tanto quanto il campionato. Abbiamo una squadra competitiva ma siamo in un girone di ferro nel quale affrontiamo subito Rotterdam e Bologna, le altre due che hanno forti ambizioni di passare il turno. Stiamo a vedere, anche qui non ci nascondiamo e puntiamo al massimo”

 
UNA VITTORIA E UNA SCONFITTA CON PADOVA
Domenica 15 Aprile 2018 00:32    PDF Stampa E-mail

Una vittoria e una sconfitta per la T&A San Marino nel doppio impegno amichevole del sabato con Padova. Negli ultimi test precampionato gli uomini di Mario Chiarini fanno pari con la formazione veneta: vittoria per 4-2 nel primo incontro e sconfitta per 2-5 nel secondo.

Il 4-2 del primo match (9 inning) è frutto soprattutto dei tre punti sammarinesi prodotti al 3°, quando la combinazione di valide è fatale agli ospiti: doppio di Lupo, singolo di Morreale (1-0), errore su Pulzetti, eliminazione in diamante per Ferrini, singolo di Epifano (2-0) e doppio di Bermudez (3-0). Dopo cinque inning immacolati, da partente, per Quevedo (una valida concessa e zero basi ball), al 6° Padova produce due punti su Jimenez e accorcia (tre valide e una volata). A mettere il punto esclamativo sulla vittoria T&A è Bermudez, che all’8° colpisce il solo-homer del definitivo 4-2. Sul monte la salvezza è di Garate.

Nella seconda partita (7 inning) il partente di San Marino è Maestri. Le due squadre si scambiano subito un punto al 1° (gran doppio di De Wolf per l’1-1) e Padova allunga sul 3-1 al 3°. La T&A accorcia al 5° con Bermudez (doppio e avanzamenti fino a casa per il 2-3), ma Padova segna due punti nell’ultimo inning e chiude sul 5-2. Per la T&A monte di lancio diviso tra Maestri, Perez e Cherubini. Due valide per Bermudez, De Wolf e Lupo.

 


Pagina 9 di 13