logo 30

Banner
Banner
Banner
Banner
IBL 1
PER LA T&A DOPPIA SFIDA CON PADOVA
Giovedì 09 Agosto 2018 06:09    PDF Stampa E-mail

È l’ultimo weekend di regular season e la situazione è nota. San Marino (12 vinte e 14 perse), distante due lunghezze dal quarto posto di Città di Nettuno (14-12) e Parma (14-12) a due partite dalla fine, per qualificarsi alla semifinale deve vincerne due con Padova nell’ultimo turno, sperare che il Città di Nettuno ne vinca almeno una col Padule e che Parma le perda entrambe col Nettuno City. In quel caso, con arrivo al quarto posto a pari merito con Parma, si andrebbe al calcolo delle partite vinte negli scontri diretti (pari), poi al calcolo del Team Quality Balance negli scontri diretti (pari) e infine al TQB dell’intero campionato (ancora da definire, ma al momento non favorevole alla T&A). In tutti gli altri casi ai playoff ci andrebbero Città di Nettuno, già matematicamente dentro, e Parma.

Ci sono i calcoli da tavolino e ci sono due partite da onorare al meglio, quelle di questa settima giornata di ritorno col Tommasin. Si gioca a Serravalle domani, venerdì 10, alle 19.30, mentre il giorno successivo, sabato 11, lo scenario di gara2 sarà quello del “Plebiscito”, teatro delle partite interne della formazione veneta. All’andata furono due gare molto lontane nel tempo l’una dall’altra. Gara1, rinviata allo scorso 10 luglio per pioggia, finì col premiare i veneti (4-3) con beffa finale della volata di sacrificio di Sanson nella parte bassa del nono che fece entrare due punti. Gara2, partita pre-Coppa Campioni, giocatasi a Serravalle il 1° giugno, la vinse Padova per 5-3. Due sconfitte che hanno inciso pesantemente nel cammino di San Marino e nel formarsi della classifica.

Padova, che ha perso matematicamente la possibilità di entrare ai playoff solo la scorsa settimana con la doppia sconfitta col Città di Nettuno, è a quota 10 partite vinte e 16 perse, sesta in classifica dietro la T&A. I partenti designati sono stati per tutta la stagione Yohan Pino (4 vinte e 5 perse, 3.84 la media ERA) e Andre Habeck (4-5, 4.16), mentre il rilievo più utilizzato è soprattutto Diego Fabiani (0-4, 6.04). Utilizzati in corsa pure Enrico Crepaldi (1-0, 5.27) e Rocco Tebaldi (1-0, 3.72). Nel box sono parecchi gli uomini che hanno avuto medie più che discrete, tanto che il Tommasin (277) è terzo, dietro Bologna e Rimini, proprio come media battuta. In cima a tutti c’è Alexander Russo (391 con 3 fuoricampo e 17 punti battuti a casa), che peraltro è terzo assoluto per media in campionato dietro a Romero e Mazzanti. Poi Perdomo (383), Sanson (333), Hidalgo (292), Martone (284) e Berini (284).

 
T&A SCONFITTA DA RIMINI AL 7° (2-16)
Sabato 04 Agosto 2018 23:01    PDF Stampa E-mail

 

La T&A perde per manifesta al 7° con Rimini (2-16) e si allontana dalla possibilità di accedere alle semifinali playoff, pur se ancora la matematica lascia una minima possibilità. San Marino (12 vinte e 14 perse), distante due lunghezze dal quarto posto di Città di Nettuno (14-12) e Parma (14-12) a due partite dalla fine, per qualificarsi alla semifinale deve vincerne due con Padova nell’ultimo turno, sperare che il Città di Nettuno ne vinca almeno una col Padule e che Parma le perda entrambe col Nettuno City. In quel caso, con arrivo al quarto posto a pari merito con Parma, si andrebbe al calcolo delle partite vinte negli scontri diretti (pari), poi al calcolo del Team Quality Balance negli scontri diretti (pari) e infine al TQB dell’intero campionato (ancora da definire, ma al momento non favorevole alla T&A). In tutti gli altri casi ai playoff ci andrebbero Città di Nettuno, già matematicamente dentro, e Parma. Come si può notare, un percorso piuttosto accidentato.

Dura poco, questa serale di sabato 4, con Rimini a segnarne subito 5 al primo inning e poi a non voltarsi più indietro fino all’abbondante +14 finale. Vincente Morellini, perdente Maestri.

Nella prima ripresa Noguera è strano protagonista di due dei tre out, il primo e l’ultimo, con Rimini che in mezzo fa un giro completo del line-up. Singolo di Romero, Angulo colpito e valida di Nicola Garbella per l’1-0, poi arrivano Ustariz colpito, rimbalzante di Batista (2-0), lancio pazzo (3-0), base a Giovanni Garbella, singolo di Molina (4-0) e lancio pazzo per il 5-0. Partita compromessa, con Rimini che arriva al 6-0 al 2° (volata di sacrificio di Batista) e la T&A che accorcia nella parte bassa della stessa ripresa col fuoricampo di Colabello (1-6).

Al 4° Rimini va sull’8-1 coi due punti generati dal doppio di Ustariz, mentre nella parte bassa un altro solo-homer della T&A, questa volta di Reginato, porta San Marino sul 2-8. Il vantaggio ospite assume dimensioni ancora più larghe al 5°, quando Molina (colpito), Celli (singolo) e Noguera (doppio da due punti, 10-2) cominciano bene la ripresa e quando Romero e Di Fabio la proseguono con altri due singoli (11-2). Non solo, perché Rimini fa 12-2 su lancio pazzo e 13-2 su valida di Ustariz. Già oltre il fatidico +10, gli ospiti allargano ancor più la forbice al 7°, quando con tre valide e un colpito producono i tre punti del 16-2.

T&A SAN MARINO – RIMINI BASEBALL 2-16 (7°)

RIMINI: Noguera 2b (2/6), Romero (Zappone 0/1) dh (2/4), Angulo (Di Fabio 1/2) ss (2/2), N. Garbella ed (1/3), Ustariz 1b (3/3), Batista 3b (1/4), G. Garbella (Albini 0/1) es (0/3), Molina (Cit 0/2) r (1/2), Celli ed (3/4).

T&A: Pulzetti ss (0/4), Ferrini 3b (2/4), De Wolf (Morreale 0/1) ed (0/2), Colabello 1b (1/3), Reginato es (1/2), Avagnina ec (0/1), Albanese dh (1/3), Martin r (1/3), Babini (Imperiali 0/3) 2b (0/0).

RIMINI: 510 250 3 = 16 bv 16 e 1

T&A: 010 100 0 = 2 bv 6 e 2

LANCIATORI: Bassani (i) rl 4, bvc 5, bb 2, so 2, pgl 2; Morellini (W) rl 2, bvc 0, bb 2, so 3, pgl 0; Marquez (f) rl 1, bvc 1, bb 0, so 1, pgl 0; Maestri (L) rl 2, bvc 5, bb 1, so 2, pgl 5; Cherubini (r) rl 2, bvc 5, bb 1, so 0, pgl 6; Perez (r) rl 2, bvc 3, bb 1, so 3, pgl 0; Coveri (f) rl 1, bvc 3, bb 0, so 1, pgl 3.

 
GARA1, RIMINI-T&A 6-3
Venerdì 03 Agosto 2018 22:51    PDF Stampa E-mail

Finisce 6-3 la prima partita del weekend tra Rimini e T&A San Marino. I Titani subiscono sei punti tra 3° e 5° inning, dimezzano lo svantaggio al 6° ma si fermano lì. Troppi i rimasti in base, 12, con il conto delle valide che, beffardamente, dice 8 a 4 per San Marino. Vincente Ruiz, perdente Quevedo, salvezza per Kelly. Altra ottima serata in battuta per Luca Pulzetti che finisce con 3/5.

Nel primo terzo di gara a mangiarsi le mani è soprattutto la T&A. Quevedo ha un impatto migliore rispetto a Ruiz, non concede arrivi in base nelle prime due riprese e vede il suo avversario invece mandarne in base quattro. Occasioni non sfruttate, ma la T&A va vicina al vantaggio soprattutto al 3° quando, con due out e De Wolf in prima, Reginato tocca bene una linea a destra che però Nicola Garbella agguanta in maniera portentosa correndo all’indietro. Di fatto, anziché un doppio e 1-0 T&A, arriva la fine dell’inning ancora sullo 0-0.

Al momento tutto gira su questa pallina e su un altro giro di mazza, con protagonista ancora Nicola Garbella. Due out e due in base, con pallina che cade esattamente tra Avagnina e Lupo, entrambi in disperato tuffo. È 1-0 Rimini, col raddoppio che arriva qualche istante dopo sul doppio a destra di Romero (2-0). Angulo al 4° ci aggiunge il solo-homer del 3-0, mentre al 5° è ancora la T&A a sprecare con due in base.

Al cambio di campo la mazzata, i tre punti di un 6-0 difficilmente rimontabile. Con le basi piene, la base ball ad Angulo significa 4-0 e fine della partita di Quevedo. Sale Jimenez e sulla successiva rimbalzante di Ustariz la difesa, con un out, tenta di girare il doppio gioco: niente da fare, arriva un errore e Rimini segna altri due punti (6-0).

Piuttosto complicato adesso pensare a una rimonta, ma la T&A prova a crederci fino alla fine e mette insieme un sesto inning da tre punti, addirittura con qualche rimpianto per qualche possibile segnatura in più. Con due out e Reginato in prima dopo un singolo, Avagnina si guadagna la base ball, Lupo anche e Pulzetti, in un momento straordinario, infila il singolo sul neo entrato Hernandez. Entrano due punti (2-6), con Ferrini che subito dopo tocca un’altra valida e scrive a tabellone il 3-6. L’inning, però, finisce poco dopo sul K guardato di De Wolf.

Al 7° la T&A non produce nulla, all’8° invece qualcosa arriva (singoli di Avagnina e Lupo), ma non a sufficienza per segnare. Il 9° è chiuso da Kelly con un solo arrivo in base per San Marino (quattro ball a Colabello). Rimini vince 6-3.

RIMINI BASEBALL – T&A SAN MARINO 6-3

T&A: Pulzetti ss (3/5), Ferrini 3b (1/5), De Wolf dh (1/3), Colabello 1b (0/4), Reginato ed (1/5), Imperiali 2b (0/5), Albanese r (0/3), Avagnina ec (1/2), Lupo es (1/2).

RIMINI: Noguera 2b (0/3), N. Garbella ed (2/4), Romero es (1/3), Angulo ss (1/3), Ustariz 1b (0/4), Batista (Di Fabio 0/1) 3b (0/3), G. Garbella dh (0/2), Molina r (0/2), Celli ec (0/2).

T&A: 000 003 000 = 3 bv 8 e 1

RIMINI: 002 130 00X = 6 bv 4 e 0

LANCIATORI: Quevedo (L) rl 4.1, bvc 4, bb 6, so 7, pgl 5; Jimenez (r) rl 3.2, bvc 0, bb 0, so 5, pgl 0; Ruiz (W) rl 5.2, bvc 4, bb 5, so 6, pgl 3; Hernandez (r) rl 2.1, bvc 4, bb 0, so 5, pgl 0; Kelly (S) rl 1, bvc 0, bb 1, so 1, pgl 0.

NOTE: fuoricampo di Angulo (1p. al 4°), doppi di Romero e N. Garbella.

 
E' DERBY TRA RIMINI E T&A!
Giovedì 02 Agosto 2018 10:41    PDF Stampa E-mail

Due turni al termine, dunque quattro partite perché la regular season di Serie A1 possa dirsi conclusa. Quattro gare decisamente importanti per la T&A, che per provare a raggiungere i playoff non deve perdere un colpo e sperare in una battuta d’arresto del Città di Nettuno. Lo scenario è quello delle grandi occasioni, anche perché le prime due partite di queste quattro si giocheranno con Rimini, per un derby che non ha mai smesso di essere interessante negli ultimi anni. Si giocherà domani, venerdì sera, alle 20.30 allo Stadio dei Pirati. Gara2 invece è in programma a Serravalle dopodomani, sabato 4, alle 19.30.

Ce n’è per una ‘resa dei conti’ che di stringente e urgente ha tanto soprattutto per i Titani, con Rimini che in ogni caso vuole consolidare il quarto posto e non perdere l’inerzia positiva che li accompagna nell’ultimo periodo. All’andata fu doppietta per Rimini, con gara1 finita in maniera netta (4-13 sul Titano) e gara2 più tirata (0-1 a Rimini), ma con la sfortuna dell’infortunio muscolare occorso a Epifano durante una corsa in prima al sesto inning. Il giocatore è tuttora fuori, ha ormai recuperato ma andrà valutato in ogni minimo dettaglio in queste ultime ore prima delle partite per capire se potrà rientrare e dare il suo contributo alla causa. Per il resto il roster è quello che ha sbancato lo “Steno Borghese” due volte nell’ultimo weekend, dunque senza Bermudez e Garate.

Rimini ha già il secondo posto in tasca (+7 su Parma) con Bologna avanti di tre lunghezze a quattro partite dalla fine. 20 vinte e 4 perse per i romagnoli, che hanno da poco perso Logan Duran ma rimangono squadra solida in tutti i settori. Secondi per media battuta (302) dietro a Bologna, i Pirati sono invece primi sul monte per media ERA di squadra (1.90, la T&A è terza a 2.72) e sono appaiati al primo posto per media difensiva (978).

In battuta Romero è addirittura sopra quota 400 (424), mentre sopra i 300 ci sono Batista (373), Angulo (371) e Noguera (327). Da non sottovalutare Ustariz (294), Nicola Garbella (293), Di Fabio (275) e Celli (244). Sono arrivati da poco e hanno ancora avuto dunque pochi turni Giovanni Garbella (ha 4/8 ed è fratello di Nicola) e il catcher Gustavo Molina (1/10).

Sul monte grandi numeri per Jose Ruiz (5 vinte e 1 persa, 1.38 di ERA e 51 strike out in 45.2 riprese), Ricardo Hernandez (4-0, 1.38) e Alex Bassani (4-0, 1.65), ma anche Kelly (0.71), Marquez (1.29) e Morellini (2.92) stanno sotto “quota 3” nei punti guadagnati.

 


Pagina 2 di 19