logo 30

Banner
Banner
Banner
Banner
IBL 1
CONFERENZA STAMPA, LE PAROLE DEI PROTAGONISTI
Martedì 09 Gennaio 2018 16:42    PDF Stampa E-mail

Nella bella cornice del Best Western Palace Hotel di San Marino, e in coincidenza con l’avvio della preparazione, la T&A si è presentata agli organi d’informazione. Conferenza stampa in Sala Guaita e poi conclusione conviviale al ristorante Vivo, al piano terra dell’hotel, per il brindisi degli auguri.

Presenti all’appuntamento, al tavolo dei relatori, il manager Mario Chiarini, il nuovo lanciatore Alessandro Maestri, il presidente Mauro Fiorini, il general manager Mauro Mazzotti e il presidente della Federazione sammarinese baseball-softball, Enea Ercolani. Queste le parole dei protagonisti

MAURO FIORINI (PRESIDENTE SAN MARINO BASEBALL)

“Quest’anno cominciamo presto e presentiamo grosse novità rispetto alla scorsa stagione, come avrete potuto notare dagli annunci delle scorse settimane. Il manager Mario Chiarini non ha bisogno di presentazioni e Alessandro Maestri neanche. Non ci nascondiamo e partiamo sempre per disputare un campionato di vertice”

ENEA ERCOLANI (PRESIDENTE FEDERAZIONE SAMMARINESE BASEBALL-SOFTBALL)

“La collaborazione è sempre viva e naturalmente auguriamo alla T&A il miglior campionato e la migliore Coppa possibili”

MAURO MAZZOTTI (GENERAL MANAGER)

“Si inizia presto per finire tardi. C’è un buon gruppo di giocatori e di ragazzi. Mario (Chiarini) è un’icona del nostro baseball, Alex (Maestri) è l’ambasciatore nel mondo del nostro batti e corri. La squadra manca ancora di qualche pedina, ma ci stiamo lavorando. Il campionato? Per il momento non sappiamo quando comincerà e viviamo alla giornata, ma siamo pronti. La crisi del movimento è seria ed è davanti agli occhi di tutti. Speriamo non si faccia un passo indietro. Noi, come San Marino Baseball, siamo tra le tre o quattro squadre che investono di più. In questo momento mi pare di poter dire che noi, Rimini e Bologna siamo un po’ avanti rispetto alle altre, ma vediamo. Il manager Chiarini? Spezzo tutte le lance possibili a suo favore. Il baseball è uno sport di conoscenze e lui ne ha parecchie. Tre volte al Classic, le Olimpiadi, il fatto di aver giocato sempre in squadre di vertice. È l’uomo giusto”.

MARIO CHIARINI (MANAGER)

“Tutto è stato abbastanza veloce: un’occasione da prendere subito, al volo. Da giocatore penso di aver dato tutto e adesso ho scelto di accettare questo ruolo di manager con grande entusiasmo. Mi sono già confrontato coi ragazzi e cominciamo presto. Certo, all’inizio il lavoro sarà più soft e poi crescerà di volume e di intensità col passare delle settimane: vogliamo arrivare bene in fondo. L’obiettivo è vincere, ci sarà competizione ma questo non ci spaventa. La squadra è solida”

ALESSANDRO MAESTRI (LANCIATORE)

“Mario ha la personalità giusta per il nuovo ruolo. È attento, vede le cose e si accorge presto di quello che succede. La transizione da giocatore ad allenatore per lui sarà semplice. Sono contento di essere tornato qui a San Marino e non nascondo che la presenza di Mario da manager in questa decisione ha avuto peso. Non vedo l’ora che venga sul monte per farmi una scenata e togliermi… A parte gli scherzi, sono contento di tornare a respirare aria di campionato in un gruppo con tanti italiani, cosa che non mi succedeva da parecchio. È un piacere essere qui”.

 
LA T&A ANNUNCIA IL LANCIATORE VICTOR GARATE
Martedì 09 Gennaio 2018 13:15    PDF Stampa E-mail

In coincidenza con l’avvio della preparazione la T&A San Marino annuncia un colpo importante per l’ossatura della squadra che competerà in Italia e in Europa nel 2018. Si tratta di Victor Garate, lanciatore mancino venezuelano di 33 anni con un passato anche in Major League.

Nativo di Maracay, in Venezuela, il 25 settembre del 1984, Garate ha firmato il suo primo contratto nel 2005 con gli Astros e ha debuttato in Appalachian League con Greeneville (4 vinte e 1 persa), in franchigia con la casa madre di Houston. Dall’anno successivo è in singolo A con i Tri-City Valley Cats e in Lega invernale venezuelana con i Leones de Caracas. Continua il suo viaggio in singolo A (Lexington, Inland Empire, Great Lakes) fino al 2009, quando debutta in MLB. Passato precedentemente ai Dodgers, viene girato ai Nationals nella trade che porta a L.A. Ronnie Belliard il 2 settembre. Washington mette subito a roster Garate e lo fa debuttare il 5 settembre. Per lui, in totale, 4 partite e 2 inning.

Aver bagnato il naso nella Grande Lega consente a Garate di cominciare una carriera costante ad alto livello in triplo A americano (95 partite, New Orleans e Nashville) e messicano (43 partite, Saraperos de Saltillo), oltre che con i Leones in Winter League venezuelana. Nel 2015 per lui, inoltre, ecco la parentesi giapponese con gli Hokkaido Nippon-Ham Fighters con i quali collezione 13 vinte e 3 perse e una media ERA di 1.71. Lo step conclusivo prima di arrivare alla T&A è quello, in Winter league venezuelana, con le Tigres de Aragua.

Dalle prossime settimane Garate farà parte integrante del roster a disposizione del nuovo manager Mario Chiarini.

 


Pagina 20 di 20