logo 30

Banner
Banner
Banner
Banner
ROTTERDAM-T&A 3-0
Mercoledì 06 Giugno 2018 20:33    PDF Stampa E-mail

Comincia con una sconfitta nel big match di giornata l’avventura della T&A San Marino in European Champions Cup. Contro i padroni di casa del Neptunus Rotterdam, i Titani pagano caro i tanti rimasti in base e devono chinare il capo di fronte a una squadra, quella olandese, più cinica e capace di concentrare le valide al momento giusto.

Nel primo terzo di gara Quevedo e la difesa sono eccellenti: il pitcher concede una base ball e un singolo nei primi tre inning, i compagni gli danno una mano con un doppio gioco a chiudere seconda e terza ripresa. In battuta la T&A c’è. Comincia Avagnina con un singolo al 1° e lo segue Colabello, che centra una valida al primo lancio che gli arriva in Coppa. Niente da fare però a livello di segnature, con Reginato che è il terzo out (K). Al 2° la T&A è in base con De Wolf (quattro ball), al 3° con Imperiali (singolo): in nessuno dei due casi, però, i Titani riescono a essere efficaci nel far avanzare i compagni.

Il Neptunus, che aveva centrato una valida nei primi tre inning, ne infila tre al 4° e passa. Dille è in prima dopo un singolo, Boekhoudt riceve la base ball, Leonora e Daantji battono a casa 1-0 e 2-0 con altre due valide. In una gara del genere è già un solco di quelli tosti da recuperare e la T&A, pur provandoci, non riesce a scalare la montagna. Al 5° non bastano due basi ball del partente olandese Yntema (Bermudez batte in doppio gioco a chiudere l’inning), al 7° niente da fare ancora con due in base (Imperiali e Pulzetti) e un out. I rimasti in base alla fine saranno dieci, con Rotterdam che punisce nella parte bassa del 7° e chiude definitivamente i conti con la rimbalzante a basi piene di Van der Meer su Maestri: per poco non arriva il doppio gioco che avrebbe chiuso senza danni l’inning, a casa il Neptunus segna il 3-0. Nel corso dell’inning da segnalare l’infortunio muscolare a Francesco Imperiali (entra Babini).

Sul monte olandese, dopo Yntema e Van Mil, al 9° è la volta di Van Driel. Anche in questo caso la T&A ci prova, con De Wolf e Pulzetti che mettono a segno due singoli. La difesa di casa però chiude i conti col terzo out, ultimo della partita (innocua grounder di Ferrini). Rotterdam vince 3-0, la seconda partita della T&A è in programma domani, giovedì 7 giugno, con l’UnipolSai Bologna (ore 15).

NEPTUNUS ROTTERDAM-T&A SAN MARINO 3-0

T&A: Ferrini ss (0/4), Avagnina es (2/3), Bermudez ec (1/4), Colabello 1b (1/4), Reginato dh (0/4), De Wolf ed (1/2), Albanese r (0/4), Imperiali (Babini 0/1) 2b (0/2), Pulzetti 3b (2/4).

NEPTUNUS: Van der Meer ss (0/4), Dille 2b (1/4), Kemp 3b (0/4), Boekhoudt r (0/3), Leonora 1b (3/4), Daantji ec (1/4), De Cuba es (1/2), Muller dh (1/2), Koedijk ed (0/1).

T&A: 000 000 000 = 0 bv 7 e 0

NEPTUNUS: 000 200 10X = 3 bv 7 e 0

LANCIATORI: Quevedo (L) rl 6, bvc 4, bb 2, so 2, pgl 2; Maestri (r) rl 1, bvc 2, bb 1, so 0, pgl 1; Cherubini (r) rl 1, bvc 1, bb 0, so 0, pgl 0; Yntema (W) rl 5.2, bvc 3, bb 4, so 6, pgl 0; Van Mil (r) rl 2.1, bvc 2, bb 1, so 4, pgl 0; Van Driel (S) rl 1, bvc 2, bb 0, so 0, pgl 0.

NOTE: nessuna battuta extra base.