logo 30

Banner
Banner
Banner
Banner
LA T&A CADE A BOLOGNA
Venerdì 24 Maggio 2013 22:55    PDF Stampa E-mail

Subito sotto, in rimonta al 6°, di nuovo pari e infine caduti quasi sul traguardo, in un ottavo inning che si traduce in 3 punti per la Fortitudo. Dal 2-2, i padroni di casa volano 5-2 e non si fanno più riprendere. Al “Falchi” pitcher vincente Rivero, perdente Meschini. Poco produttive le due squadre nel box: quattro valide per San Marino, cinque per Bologna.

 

Sul monte la sfida è tra Da Silva e Luque, ma a scattare meglio dai blocchi è il partente dell’Unipol. Tiago infatti al 1° inning subisce le valide back to back di Liverziani e Aguila, col doppio del secondo che significa vantaggio bolognese e 0-1 a tabellone. Al 2° San Marino avrebbe una bella occasione per segnare il punto del pari, ma non la sfrutta: con Ramos in seconda (base ball e bunt di sacrificio di Duran), la valida di Mazzuca a destra sembrerebbe spianare la strada all’1-1, ma il battitore designato della T&A è eliminato in terza. Il freddo gelido, più da dicembre che da maggio, disegna i contorni di una serata strana, con i lanciatori che a questo punto prendono decisamente il controllo del match.

 

Succede poco o nulla fino al 5°: c’è un cambio sul monte bolognese (Milano per Luque), col nuovo arrivato che viene battezzato al secondo lancio da un singolo di Duran. Impresa isolata, perché poi Mazzuca, Imperiali e Albanese sono eliminati e non riescono a far avanzare il compagno sulle basi. Al 6° la T&A passa. L’Unipol propone il suo terzo pitcher di serata, Nick Pugliese, che esordisce proprio come il suo predecessore, subendo una valida (questa volta da La Fera) al secondo lancio. Pantaleoni fa avanzare il compagno con un sacrificio, Reginato si prende quattro ball e il singolo di Vasquez riempie le basi. Al piatto c’è Ramos e la sua lunga volata di sacrificio sull’esterno centro consente a La Fera di correre a casa per l’1-1 (oltre che a Reginato di spostarsi in terza). È la fine della partita di Pugliese. Sale Rivero, il cui lancio pazzo permette anche a Mattia Reginato di andare a punto, correndo dalla terza per il 2-1 T&A. Si mette bene, peccato che duri poco. Nella parte bassa del sesto Tiago concede le basi ball a Liverziani e Aguila, con il singolo di Vaglio a riempire i cuscini. Un out e situazione di estrema pericolosità, ma Da Silva comincia bene con l’out a casa di Liverziani (Pantaleoni-Albanese) sulla rimbalzante di Bischeri. A questo punto accade che il pari non lo scrivano a referto i giocatori, ma una decisione arbitrale. A Da Silva viene chiamato un balk, si muovono gli uomini in base. 2-2.

 

Una differenza enorme tra il chiudere la ripresa ancora sopra (Malengo è il terzo out) e continuare in pari. Lapalissiano quanto vero. Al settimo Rivero e Da Silva vanno lisci, all’ottavo c’è il primo cambio sul monte T&A, con Meschini al posto di Tiago. Bologna si fa sotto e riempie le basi con zero out: singolo di Ermini, Liverziani colpito e base ball ad Aguila. Altro cambio per i Titani, ma sulla battuta del primo uomo affrontato da D’Amico, Vaglio, c’è l’errore di La Fera che consente all’Unipol di segnare due punti (4-2). La grounder di Bischeri allarga la forbice sul 5-2, che poi sarà anche il punteggio definitivo. Al 9° tre veloci eliminazioni, Bologna vince 5-2.

 

T&A SAN MARINO – UNIPOL BOLOGNA 2-5

 

T&A: Pantaleoni 3b (0/3), Reginato ed (0/2), Vasquez es (1/4), Ramos dh (0/2), Duran ec (1/3), Mazzuca 1b (1/3), Imperiali 2b (0/3), Albanese r (1/3), La Fera ss (1/3).

UNIPOL: Infante ss (0/4), Ermini es (1/4), Liverziani ed (1/2), Aguila ec (2/2), Vaglio 2b (1/4), Bischeri dh (0/3), Malengo 1b (0/4), Sabbatani r (0/4), Fuzzi (A. D’Amico) 3b (0/3).

 

T&A: 000 002 000 = 2 bv 4 e 2

UNIPOL: 100 001 03X = 5 bv 5 e 0

 

LANCIATORI: Da Silva (i) rl 7, bvc 4, bb 3, so 7, pgl 2; Meschini (L) rl 0.0, bvc 1, bb 1, so 0, pgl 2; L. D’Amico (f) rl 1, bvc 0, bb 0, so 0, pgl 0; Luque (i) rl 4, bvc 1, bb 2, so 6, pgl 0; Milano (r) rl 1, bvc 1, bb 0, so 0, pgl 0; Pugliese (r) rl 0.2, bvc 2, bb 1, so 0, pgl 2; Rivero (W) rl 3.1, bvc 0, bb 0, so 4, pgl 0.

NOTE: doppio di Aguila.