logo 30

Banner
Banner
Banner
Banner
IBL 1
LA T&A VINCE 3-1 ANCHE GARA2
Domenica 23 Aprile 2017 01:47    PDF Stampa E-mail

3-1, come 24 ore prima. Sempre a Rimini. Sempre con la T&A vincente. Non cambia il risultato e non cambia la situazione di classifica di San Marino, che rimane prima ma ora addirittura solitaria. Unica imbattuta dopo le prime quattro partite di Italian Baseball League 2017, la T&A vola sulle ali delle sue armi migliori e fa doppietta anche allo Stadio dei Pirati. Il 3-1 di gara2 matura grazie alla consueta ottima prova del monte di lancio (Florian partente, Cherubini vincente e Oberto autore della salvezza) e con un box di battuta continuo ed efficace. La punta di diamante, ancora una volta, è un Erik Epifano stellare, che dopo aver battuto 3/4 raggiunge una media di 573 dopo le prime quattro gare.

Sul monte, come partenti, si sfidano Escalona e Florian, con la prima, vera, occasione per la T&A. Acquolina alla gola quando si riempiono le basi al 2° con zero out (singolo al centro di Chiarini, basi a Epifano ed Ermini), ma poi arriva la corta volata di Imperiali, la rimbalzante di Cit che produce l’out a casa e l’innocua grounder di Pulzetti. Da mangiarsi le mani, ma i Titani non si scoraggiano e sembrano già molto consapevoli delle loro forze. Dopo non aver sfruttato il doppio in apertura di Epifano al 4°, San Marino passa al 5°. Ferrini piazza il singolo e Avagnina lo segue con un gran bel contatto a destra, una valida che provoca pure l’errore dell’esterno destro di casa e che fa arrivare a casa il compagno per il vantaggio (1-0). Entra Teran per Escalona e il punteggio rimane invariato, con Rimini che attacca forte nella parte bassa del sesto e rischia di ribaltare completamente il match. Infante tocca un singolo, Garbella è colpito e Duran riceve la base ball: sufficiente per il cambio del pitcher, con Marco Nanni che fa salire Cherubini al posto di Florian. Il rilievo, uno dei tanti importanti ex di questa gara, concede quattro ball a Celli che fanno entrare il punto automatico del pareggio (1-1), ma poi lascia al piatto Bertagnon per uno strike-out fondamentale per l’esito del match.

L’ottavo è l’inning decisivo. Un immenso Epifano piazza un altro doppio al primo lancio della ripresa, con Ermini che lo manda a punto col singolo (2-1). Non solo, perché il bunt di Imperiali, ancora con zero out, provoca un errore del terza base e apre uno scenario di uomini agli angoli. A quel punto è il singolo in mezzo di Cit a valere il 3-1, mentre la valida di Poma non produce altri punti perché arriva un out a casa.

Rimini prova a reagire nella parte bassa della stessa ripresa su Oberto, ma il singolo di Caseres e quello di Garbella non sono sufficienti. Al 9° Oberto completa la gara con la salvezza rischiando ancora meno. 3-1 T&A.

RIMINI BASEBALL – T&A SAN MARINO 1-3

T&A: Poma ec (2/5), Ferrini 3b (1/2), Avagnina ed (1/5), Chiarini dh (1/5), Epifano ss (3/4), Ermini es (1/3), Imperiali 1b (1/3), Cit r (1/4), Pulzetti 2b (0/4).

RIMINI: Infante ss (1/4), Caseres (Di Fabio) ed (2/4), Garbella dh (1/3), Duran ec (0/2), Celli es (1/3), Bertagnon r (0/4), Zappone 2b (0/4), Malengo 1b (0/4), Noguera 3b (/).

T&A: 000 010 020 = 3 bv 11 e 0

RIMINI: 000 001 000 = 1 bv 6 e 2

LANCIATORI: Florian (i) rl 5.2, bvc 4, bb 1, so 8, pgl 1; Cherubini (W) rl 1.1, bvc 0, bb 1, so 2, pgl 0; Oberto (S) rl 2, bvc 2, bb 0, so 0, pgl 0; Escalona (i) rl 4.1, bvc 5, bb 4, so 2, pgl 1; Teran (L) rl 3.2, bvc 6, bb 0, so 2, pgl 2; Richetti (f) rl 1, bvc 0, bb 0, so 0, pgl 0.

NOTE: doppi Epifano (2) e Avagnina.

 
LA T&A SBANCA RIMINI IN GARA1 (3-1)
Venerdì 21 Aprile 2017 23:37    PDF Stampa E-mail

3-1, il risultato con Rimini. 3-0, il record attuale della T&A in campionato. Comincia bene il weekend in riviera per San Marino, che sbanca lo Stadio dei Pirati e resta imbattuta in Ibl assieme a Bologna. La vittoria in gara1 del secondo turno di campionato arriva grazie a una eccellente prestazione del monte di lancio, con Quevedo vincente e Camacho autore della salvezza, e anche con un buonissimo contributo in battuta da parte di tutti (12 valide, 6/9 insieme per Epifano & Ferrini). È una T&A in forma, concentrata e sempre con l’approccio mentale giusto.

E dire che non era cominciata proprio benissimo. Primo inning in bianco per entrambe, poi al secondo ecco Rimini passare avanti con una base ball concessa da Quevedo a basi piene (due out, un colpito, due singoli e la base dell’1-0 riminese). Il partente di Nanni si cava poi dagli impicci facendo battere a Caseres un’innocua volata. La reazione arriva, immediata, al cambio di campo, e anche in questa occasione lo scenario finale è di basi piene, proprio come successo a Rimini qualche minuto prima. Si comincia anche qui con due out, si prosegue col singolo di Poma, la valida di Ferrini, la base ad Avagnina e il singolo interno di Chiarini che vale l’1-1. Ancora cuscini carichi, ma Albanese finisce out al volo dall’esterno destro di casa.

La differenza di qui in poi la fa un Quevedo che, dopo il punto subito, infila 10 out consecutivi, mentre Rosario ed Hernandez, al 5°, vengono colpiti dalle mazze della T&A. San Marino apre la ripresa con un altro singolo interno (Ferrini) e la alimenta con una rubata e la valida di Albanese del vantaggio (2-1). Sale Hernandez, ma Epifano lo colpisce con un doppio e il tabellone segna 3-1 per i Titani.

Il vantaggio è ridotto, ma è anche conservato alla grande dai pitcher della T&A. Dopo i 6 inning di Quevedo, Perez traghetta la gara verso Camacho. Il closer, alla prima apparizione stagionale, affronta gli ultimi cinque battitori riminesi senza far arrivare in base nessuno e lasciandone al piatto tre. Chiusura perfetta, la T&A vince 3-1.

RIMINI BASEBALL – T&A SAN MARINO 1-3

T&A: Poma ec (1/5), Ferrini 3b (3/5), Avagnina ed (1/4), Chiarini dh (1/4), Albanese r (1/4), Epifano ss (3/4), Ermini es (0/4), Imperiali 1b (1/2), Babini 2b (1/4).

RIMINI: Infante ss (0/3), Caseres 3b (0/4), Garbella ed (1/3), Duran ec (0/4), Celli es (0/4), Bertagnon r (0/4), Zappone 2b (0/2), Malengo 1b (1/3), Di Fabio dh (1/3).

T&A: 001 020 000 = 3 bv 12 e 0

RIMINI: 010 000 000 = 1 bv 3 e 1

LANCIATORI: Quevedo (W) rl 6, bvc 3, bb 2, so 6, pgl 1; Perez (r) rl 1.1, bvc 0, bb 0, so 2, pgl 0; Camacho (S) rl 1.2, bvc 0, bb 0, so 3, pgl 0; Rosario (L) rl 4.2, bvc 9, bb 1, so 3, pgl 3; Hernandez (r) rl 4.1, bvc 3, bb 2, so 5, pgl 0.

NOTE: doppi di Avagnina ed Epifano.

 
LA T&A VA A FAR VISITA A RIMINI
Giovedì 20 Aprile 2017 12:46    PDF Stampa E-mail

IL PROGRAMMA

Venerdì 21 aprile: Rimini Baseball vs T&A San Marino (ore 20.30, stadio dei Pirati)

Sabato 22 aprile: Rimini Baseball vs T&A San Marino (ore 20.30, stadio dei Pirati)

Nel post Pasqua della T&A c’è l’ottimismo di chi sa di aver iniziato il lungo cammino del 2017 col piede giusto. Contro Padova sono arrivate due vittorie: diverse tra loro, questo è certo, ma col comune denominatore di una squadra che sa piazzare la zampata quanto più conta. Continuità di rendimento e due big inning, il 4° di gara1 e l’8° di gara2, hanno deciso i match e hanno mandato Simone Albanese e compagni sul 2-0 in questo primo mini-bilancio stagionale.

Al manager Marco Nanni chiediamo subito di questo San Marino che, soprattutto in gara1, non ha lesinato le battute extra-base… E allora i cosiddetti fuoricampo possono pure aspettare…

“Puntiamo a battere pure quelli, ci mancherebbe – commenta Nanni -, in fondo nelle braccia di qualche giocatore ci sono. La carriera e il passato dicono che siamo una squadra che batterà più di contatto, magari anche per extra-base, ma non è precluso nulla”.

È stato un avvio scintillante, ti ha sorpreso?

“Avevo visto Padova e mi avevano ben impressionato Canache e Fabiani. Il fatto di aver battuto così contro Canache è un bel segnale. Siamo al 100? No, quello no. Diciamo che per arrivare a quel punto dobbiamo trovare continuità nei nove, ma lavoriamo giorno per giorno per arrivare allo stato di forma massimo”.

La stranezza delle due partite si è tradotta, finora, in un campionato che ha proposto solo due partenti che hanno superato i cinque inning, Aristil e Bassani (6 per entrambi). Difficile ma doveroso, per i manager, attuare le previste rotazioni…

“Non è sicuramente facile ruotare tutti con due partite a disposizione, ma ogni manager lavora per impiegare il lanciatore più giusto in una determinata situazione. Cerchiamo di dare turni a tutti, per capire chi mi può dare qualcosa già adesso e chi magari lo potrà fare più in futuro”.

Arriva il derby con Rimini, che alla viglia ha perso due volte a Novara. Come consideri questi risultati?

“Mi hanno sorpreso, mi aspettavo forse un pari, un 1-1, ma Novara è squadra di buon livello che darà del filo da torcere a tante. In queste due partite noi dovremo stare attenti al loro orgoglio e al fatto che si presenteranno sicuramente agguerriti fin dai primi inning. Ci faremo trovare pronti”.

L’impiego di Reginato verrà deciso nell’imminenza di gara1, mentre gli altri giocatori sono tutti a disposizione.

 
LA T&A VA A FAR VISITA A RIMINI
Giovedì 20 Aprile 2017 12:46    PDF Stampa E-mail

IL PROGRAMMA

Venerdì 21 aprile: Rimini Baseball vs T&A San Marino (ore 20.30, stadio dei Pirati)

Sabato 22 aprile: Rimini Baseball vs T&A San Marino (ore 20.30, stadio dei Pirati)

Nel post Pasqua della T&A c’è l’ottimismo di chi sa di aver iniziato il lungo cammino del 2017 col piede giusto. Contro Padova sono arrivate due vittorie: diverse tra loro, questo è certo, ma col comune denominatore di una squadra che sa piazzare la zampata quanto più conta. Continuità di rendimento e due big inning, il 4° di gara1 e l’8° di gara2, hanno deciso i match e hanno mandato Simone Albanese e compagni sul 2-0 in questo primo mini-bilancio stagionale.

Al manager Marco Nanni chiediamo subito di questo San Marino che, soprattutto in gara1, non ha lesinato le battute extra-base… E allora i cosiddetti fuoricampo possono pure aspettare…

“Puntiamo a battere pure quelli, ci mancherebbe – commenta Nanni -, in fondo nelle braccia di qualche giocatore ci sono. La carriera e il passato dicono che siamo una squadra che batterà più di contatto, magari anche per extra-base, ma non è precluso nulla”.

È stato un avvio scintillante, ti ha sorpreso?

“Avevo visto Padova e mi avevano ben impressionato Canache e Fabiani. Il fatto di aver battuto così contro Canache è un bel segnale. Siamo al 100? No, quello no. Diciamo che per arrivare a quel punto dobbiamo trovare continuità nei nove, ma lavoriamo giorno per giorno per arrivare allo stato di forma massimo”.

La stranezza delle due partite si è tradotta, finora, in un campionato che ha proposto solo due partenti che hanno superato i cinque inning, Aristil e Bassani (6 per entrambi). Difficile ma doveroso, per i manager, attuare le previste rotazioni…

“Non è sicuramente facile ruotare tutti con due partite a disposizione, ma ogni manager lavora per impiegare il lanciatore più giusto in una determinata situazione. Cerchiamo di dare turni a tutti, per capire chi mi può dare qualcosa già adesso e chi magari lo potrà fare più in futuro”.

Arriva il derby con Rimini, che alla viglia ha perso due volte a Novara. Come consideri questi risultati?

“Mi hanno sorpreso, mi aspettavo forse un pari, un 1-1, ma Novara è squadra di buon livello che darà del filo da torcere a tante. In queste due partite noi dovremo stare attenti al loro orgoglio e al fatto che si presenteranno sicuramente agguerriti fin dai primi inning. Ci faremo trovare pronti”.

L’impiego di Reginato verrà deciso nell’imminenza di gara1, mentre gli altri giocatori sono tutti a disposizione.

 


Pagina 1 di 95