logo 30

Banner
Banner
Banner
Banner
IBL 1
A SERRAVALLE ARRIVA NETTUNO
Giovedì 06 Luglio 2017 15:05    PDF Stampa E-mail

Seconda giornata di ritorno, sei turni alla fine, dodici partite al termine della regular season. È un momento cruciale in questa Italian Baseball League 2017, anche perché a Serravalle domani (20.30) e sabato (20.30) si scontreranno due delle tre squadre attualmente prime in classifica: T&A San Marino e Nettuno.

Al manager della T&A, Marco Nanni, chiediamo subito qual è lo stato di salute del gruppo…

“I guai al ginocchio di Babini non sono ancora risolti, mentre per quanto riguarda Simone Albanese c’è da dire che ha ricominciato ad allenarsi con la squadra, ma credo che difficilmente lo vedremo in questo weekend. Probabilmente ci sarà nel turno di campionato successivo”.

Mentalmente è una T&A che sta molto bene, non trovi?

“Con Rimini sono arrivate due vittorie importanti che ci hanno fatto ulteriormente bene al morale. Di solito vinciamo di piccole cose, di attenzione alla difesa e ai particolari, ma c’è da dire che, se non fosse stato per la prodezza di Celli, probabilmente saremmo andati in fuga quasi subito in gara2. Poi è stato un match equilibrato che siamo riusciti a portare a casa. Alcuni episodi avrebbero potuto far girare la gara verso Rimini, ma siamo stati lì, sul pezzo, sempre attenti”.

Senza errori gratuiti o regali, San Marino mostra tutta la sua pericolosità alle avversarie…

“Se non concediamo nulla, allora possiamo segnare pure contro dei signori pitcher come Rosario e Richetti. Cherubini? Sono dispiaciuto di averlo chiamato ancora in un momento di difficoltà, ma lui se l’è cavata alla grande. Sabato l’ho visto determinato, freddo, glaciale. Era sereno e io ero tranquillo che ci avrebbe portato al nono. Merito suo e anche di Nick dietro al piatto”.

La classifica dice che San Marino, Nettuno e Bologna hanno un buon vantaggio sulle inseguitrici. Ritieni che i playoff per queste squadre siano già sicuri?

“Niente affatto. C’è ancora la possibilità che qualcosa si rimetta in gioco, pur se queste tre squadre al momento stanno meritando di essere lassù per il baseball espresso. Dobbiamo tenere un profilo basso e presentarci a queste due sfide con Nettuno con lo stesso spirito che abbiamo avuto con Rimini”.

Come vedi Nettuno?

“A marzo si discuteva del fatto che sarebbero potuti essere una sorpresa ad altissimi livelli, ma con Giordani, Colagrossi e Cesar Jimenez sono, secondo me, nella posizione che meritano”.

Come deve affrontare queste due partite la T&A?

“Nettuno ha un attacco che sa far male in maniera diffusa, con tutti gli uomini. Attenzione poi ai loro rilievi, stanno andando molto bene. Dobbiamo cercare di mettere dalla nostra parte le partite il prima possibile”.

 
RIMINI-SAN MARINO 2-7, T&A PRIMA
Giovedì 06 Luglio 2017 14:58    PDF Stampa E-mail

La T&A vince anche gara2 con Rimini e rimane in testa alla classifica, consolidando la posizione playoff. Nel 7-2 finale c’è la firma di Cherubini, pitcher vincente, ma anche quella di un box di battuta che ha saputo essere continuo e che ha trovato in Epifano (3/5) e Chiarini (3/5) i suoi uomini chiave.

L’inizio di partita è scoppiettante, con la T&A che avrebbe potuto raccogliere molto di più di due punti. A far terminare l’inning, infatti, è stata una gran presa di Celli a basi piene che evita altri tre punti. Prima ne erano entrati due: merito, con due out, dei singoli di Epifano e Chiarini, ai quali si aggiunge un lancio pazzo (1-0) e altre due valide di Imperiali e Reginato (2-0). Nella parte bassa Rimini rosicchia un punto grazie al doppio di Celli e alla rimbalzante di Vasquez (2-1), mentre al secondo è 2-2 con singolo di Di Fabio e doppio ancora di Celli.

La gara poi si acquieta fino al 6° inning, quando c’è il primo cambio sul monte. Entra Cherubini per Florian in situazione di uomini agli angoli e un out. Il rilievo se la cava alla grande, con Giovannini a battere in doppio gioco e la ripresa a chiudersi. Situazione piuttosto complicata per la T&A anche nella parte bassa del 7°, con Di Fabio a prendersi subito la base ball e ad arrivare salvo sulla successiva rubata, poi in terza su lancio pazzo. C’è un out, ma Cherubini è freddo e fa battere in diamante Noguera e Garbella per due eliminazioni decisamente importanti.

All’8° la T&A passa nuovamente in vantaggio. A lanciare c’è l’ex Escalona, appena salito per Richetti. Per Ferrini c’è subito la base ball, mentre Epifano esplode in un doppio tra gli esterni che vuol dire 3-2. Fine della breve gara di Escalona ed ecco a lanciare un altro ex, Carlos Teran, il cui primo lancio viene incontrato benissimo da Mario Chiarini, ennesimo ex del match. Mario va con un singolo in mezzo che porta a casa Epifano (4-2), poi gira verso la seconda sul tentativo di assistenza a casa. L’inning prosegue con la base ball a Imperiali e il bunt di Reginato che sposta i corridori in posizione punto. Entra poi anche il 5-2, merito della volata di sacrificio di Morreale.

Nella parte bassa dell’8° Cherubini elimina Vasquez, concede il singolo a Caseres che poi finisce nella rete del doppio gioco sulla rimbalzante di Infante. Al 9° la T&A allunga ancora. A basi piene, un terzo strike su Chiarini con palla mancata provoca il 6-2, mentre la base ball a Imperiali fa entrare automaticamente il 7-2.

Il nono attacco riminese trova ancora un super Cherubini a stopparne le velleità. La T&A vince 7-2 e rimane in testa alla classifica.

RIMINI BASEBALL – T&A SAN MARINO 2-7

T&A: Poma ec (0/4), Ferrini 2b (0/3), Epifano ss (3/5), Chiarini dh (3/5), Imperiali 1b (1/3), Reginato ed (1/4), Ermini es (1/3), Morreale r (1/4), Pulzetti 3b (1/4).

RIMINI: Celli ec (2/4), Noguera 2b (0/2), Garbella ed (0/4), Vasquez 1b (0/4), Caseres es (2/4), Infante ss (0/4), Malengo dh (2/4), Giovannini (Bertagnon 0/1) r (0/3), Di Fabio 3b (1/3).

T&A: 200 000 032 = 7 bv 11 e 1

RIMINI: 110 000 000 = 2 bv 7 e 1

LANCIATORI: Richetti (i) rl 7, bvc 8, bb 0, so 3, pgl 2; Escalona (L) rl 0.0, bvc 1, bb 1, so 0, pgl 2; Teran (r) rl 2, bvc 2, bb 4, so 4, pgl 1; Florian (i) rl 5.1, bvc 6, bb 2, so 2, pgl 1; Cherubini (W) rl 3.2, bvc 1, bb 1, so 1, pgl 0.

NOTE: doppi di Epifano, Chiarini, Pulzetti e Celli (2).

 
LA T&A VINCE 5-2 IL PRIMO DERBY
Venerdì 30 Giugno 2017 21:53    PDF Stampa E-mail

Ancora una volta molto bene la T&A in gara1. 5-2 una settimana fa con Bologna, 5-2 questa volta nel derby con Rimini. 3 punti al 3° e 2 al 6° coi felsinei, 3 al 2° e 2 al 7° con i Pirati. Identico lo svolgimento, per un giorno della marmotta che si ripete sempre uguale nell’improvviso freddo di Serravalle, col vento a martoriare la partita nella prima ora e le nuvole a far temere una pioggia che, per fortuna, non è mai arrivata. La T&A ne esce bene, con la forza di un Quevedo sempre molto sicuro e che sa essere freddo quando conta. Lo starter di Marco Nanni è anche pitcher vincente, con un box di battuta protagonista di 9 valide tra le quali spiccano i 2/3 di Chiarini e Cit (il primo con due doppi e il secondo con uno).

La prima squadra a passare in vantaggio è Rimini, che al 2° sfrutta un turno attento di Celli in apertura. L’esterno centro ospite si guadagna una base ball, è spinto in terza dal singolo di Zappone e va a segnare l’1-0 sulla rimbalzante di Bertagnon. Poco male, perché al cambio di campo la T&A trova una sequenza micidiale su Rosario. Prima il doppio di Chiarini, poi la base a Imperiali e, a ribaltare completamente la partita, il triplo da due punti di Reginato (2-1). Non solo, perché sul singolo di Pulzetti entra anche la segnatura del 3-1.

Al 4° Rimini ha una buona occasione per avvicinarsi, ma la difesa della T&A è attenta e ne esce senza danni. Con le basi piene e un out, infatti, la volata a destra di Bertagnon è corta: Vasquez, dalla terza, prova comunque ad arrivare a casa ma Cit lo elimina con grande anticipo per un doppio gioco cruciale. Anche la T&A spreca con le basi piene e un out al 5°, ma sul monte tiene molto bene e Quevedo completa la sua partita con 6 inning, 100 lanci e il solo punto subito al 2°.

Al 7°, su Kimborowicz, Rimini trova un singolo con Malengo e una base con Di Fabio, ma arriva anche il terzo out a salvare tutto (Infante F7). Nella parte bassa della stessa ripresa gli uomini di Marco Nanni chiudono i conti con il gran doppio di Chiarini a sinistra, il secondo di giornata. Entrano due punti, San Marino avanti 5-1.

All’8° Perez non ha problemi, al 9° invece Ascanio incontra qualche difficoltà. Il closer concede un singolo, due basi ball e un punto ma riesce comunque a chiudere, ancora su Infante. La T&A vince 5-2 gara1.

T&A SAN MARINO – RIMINI BASEBALL 5-2

RIMINI: Infante ss (1/5), Caseres 2b (0/4), Garbella ed (0/4), Vasquez es (1/4), Celli ec (0/3), Zappone dh (3/4), Malengo 1b (1/2), Bertagnon r (0/3), Di Fabio 3b (0/3).

T&A: Poma ec (1/5), Ferrini 2b (1/3), Epifano ss (1/4), Chiarini dh (2/3), Imperiali 1b (0/2), Reginato ed (1/4), Avagnina es (0/4), Cit r (2/3), Pulzetti 3b (1/4).

RIMINI: 010 000 001 = 2 bv 6 e 1

T&A: 030 000 20X = 5 bv 9 e 0

LANCIATORI: Rosario (L) rl 4.1, bvc 4, bb 3, so 3, pgl 3; Hernandez (r) rl 3.2, bvc 5, bb 1, so 2, pgl 1; Quevedo (W) rl 6, bvc 4, bb 2, so 7, pgl 1; Kimborowicz (r) rl 1, bvc 1, bb 1, so 1, pgl 0; Perez (r) rl 1, bvc 0, bb 0, so 2, pgl 0; Ascanio (f) rl 1, bvc 1, bb 2, so 0, pgl 1.

NOTE: triplo di Reginato; doppi di Chiarini (2) e Cit.

 
TEMPO DI DERBY, PARLA MARCO NANNI
Giovedì 29 Giugno 2017 14:09    PDF Stampa E-mail

Non sono bastati scudetti, coppe e giocatori che hanno vestito entrambe le maglie: la storia del Derby della Superstrada è viva, eccome se è viva, anche nel 2017. Alcune gare di campionato e soprattutto il match di European Cup. Tanta adrenalina e già tanto in palio. Questa però è la Ibl e col passare delle giornate la necessità di ‘fare sul serio’ si avverte in misura sempre maggiore. Ecco perché domani, venerdì 30 giugno (a Serravalle, ore 20), e dopodomani, sabato 1° luglio (Stadio dei Pirati, ore 20.30), T&A San Marino e Rimini si ritroveranno per l’ennesima volta a battagliare per qualcosa di importante. È la prima giornata di ritorno della seconda fase e siamo in piena caccia playoff. La T&A è seconda assieme a Nettuno con un record di 14 vinte e 6 perse (Bologna è a 15-5), mentre Rimini è quarta con 12-8.

Marco Nanni, qual è lo stato di salute dei Titani?

“Purtroppo Simone Albanese non potrà essere dei nostri neanche questa volta, ma contiamo di recuperarlo per il prossimo weekend. Qualche problema anche per Babini, che ha un fastidio al ginocchio e ha passato una settimana a scartamento ridotto”.

Qual è il tuo mini bilancio delle partite con Bologna?

“La gara casalinga del venerdì è stata giocata molto bene, un match più che positivo da parte nostra. Qualche base ball di troppo concessa, ma in definitiva siamo sempre stati in controllo e abbiamo meritato di vincere. A gara2 a Bologna è successo il contrario, con i nostri avversari che hanno certamente meritato il successo ma con noi che avremmo potuto indubbiamente concretizzare molto di più a inizio gara. Brava poi Bologna a legittimare tutto con i fuoricampo. Per amor di verità, in 15 anni di permanenza bolognese, non ho mai visto un destro fare fuoricampo a destra al Gianni Falchi. Incredibile”.

Come ti è sembrata l’accoglienza nel tuo ex stadio?

“Emozionante. Gli spettatori in piedi, gli applausi, la targa. Davvero una gran bella esperienza, ringrazio tutti”.

Che derby saranno quelli di questo weekend?

“Quest’anno abbiamo avuto già di tutto, partite di campionato e Coppa Campioni. Saranno partite importanti, bisogna cercare di tenere distante il quinto posto e di mantenere la posizione attuale. E poi è pur sempre un derby e come tale va affrontato”.

Nessun segreto tra le due squadre…

“Ci siamo incontrati e scontrati, tecnicamente ci conosciamo molto bene. Non bisogna sprecare nulla, questa deve essere la nostra ricetta. Nell’ultimo match di Coppa si è qualsiasi cosa, dai punti alla rissa, ma tutto deve finire lì. Ora bisogna pensare a queste due gare”.

Quali saranno i partenti?

“Devo ancora valutare bene assieme allo staff chi far partire sul monte, ci riserviamo di decidere nell’imminenza delle partite”.

 


Pagina 7 di 111