logo 30

Banner
Banner
Banner
Banner
IBL 1
ALESSANDRO ERCOLANI AL TORNEO DELLE REGIONI
Giovedì 22 Giugno 2017 14:37    PDF Stampa E-mail

Grande soddisfazione per tutto il movimento del baseball sammarinese per la convocazione di Alessandro Ercolani nella rappresentativa dell'Emilia Romagna in vista del Torneo delle Regioni a Vicenza. Il torneo verrà inaugurato questa sera, IN BOCCA AL LUPO ALESSANDRO!!!

 
C'E' BOLOGNA, LA VIGILIA DI MARCO NANNI
Giovedì 22 Giugno 2017 14:13    PDF Stampa E-mail

Per la settima giornata di seconda fase, l’ultima del girone d’andata, la T&A San Marino si trova a dover affrontare Bologna, prima in classifica con una gara di vantaggio proprio sui Titani. 14 vinte e 4 perse il bilancio dei felsinei, 13-5 quello di Simone Albanese e soci, che giocheranno la prima partita in casa (domani, venerdì 23, alle 20) e poi saliranno in Emilia per garadue (sabato 24 alle 20.30).

Sarà proprio Simone Albanese l’unico assente del gruppo. Il capitano non ha ancora smaltito l’infiammazione al polso e resterà a riposo per questo weekend. Presenti tutti gli altri.

Con Marco Nanni torniamo per un attimo a quella legnata di Francesco Imperiali che ha riportato entusiasmo in chiusura di gara2 con Novara…

“Sarebbe bastata una volata e sembrava proprio che dovesse finire così. Invece è uscita ed è stato ancora meglio. Fa molto piacere aver vinto con un gesto tecnico raro come il grande slam, porta entusiasmo. Siamo passati dalle stalle alle stelle. Una doppia sconfitta con Novara sarebbe stata difficile da digerire, invece abbiamo sudato, voluto e ottenuto una vittoria importantissima”.

Ora c’è Bologna che sta producendo numeri impressionanti in questa Ibl, pur se è sopra di appena una partita…

“Numeri impressionanti, è vero. In battuta ma anche sul monte, basti pensare che i due partenti Owens e Pizziconi sono entrambi sotto l’1 nel pgl (0.50 e 0.96). Squadra con potenziale importante e, secondo me, la favorita numero uno per lo scudetto, non fosse altro perché lo sta vestendo sulle casacche.  Detto questo, qua nessuno vuole fare da vittima sacrificale. Anzi…”.

Cosa vuoi vedere in più dai ragazzi in questo weekend?

“Maggior attenzione in difesa. Chi vuol vincere deve battere di più, noi non possiamo regalare errori e punti. Chi è più forte la vittoria se la deve guadagnare”.

Nella T&A ottime prestazioni da parte dei lanciatori nell’ultimo periodo

“Sono contento di questo, del lavoro che sta facendo Luca Martignoni e di come il bullpen segua le sue direttive. È il primo anno per lui e non era affatto facile proseguire sull’eredità di uno come Jesus Hernandez. Lui lo sta facendo bene”.

 
GRANDE SLAM DI IMPERIALI, T&A-NOVARA 8-4 AL 10°
Sabato 17 Giugno 2017 22:53    PDF Stampa E-mail

C’è di tutto in questa vittoria della T&A che pareggia la serie con Novara. Una gara con poche valide (all’inizio), un brutto infortunio a Gallo (purtroppo), la rimonta dei Titani col doppio di Ermini al 9° e la palpitante vittoria arrivata grazie al grande slam di Francesco Imperiali al 10°.

C’è di tutto, ma il flash è quella battuta lunga di Francesco, clutch hitter per eccellenza. Una legnata che sarebbe stata sufficiente per il successo anche se si fosse fermata qualche metro prima. In fondo per esultare sarebbe bastata una volata di sacrificio. Invece quella pallina è uscita ed è più bello così. Molto più bello. Il vincente della gara è Oberto, perdente l’ex D’Amico. Da segnalare anche un altro fuoricampo, quello di Mattia Reginato che aveva dimezzato le distanze sull’1-2 al 7°.

E l’inizio? In difficoltà, come 24 ore prima. La T&A prova a essere incisiva fin da subito e a trovare continuità nel box, ma le due valide del primo inning (Ferrini e Chiarini) non sono sufficienti a passare in vantaggio. Ecco allora che al 3° si materializza la beffa sotto forma di vantaggio novarese che arriva senza valide, con Pizzorni colpito, avanzamento in seconda sulla rimbalzante di Loardi e corsa fino a casa sulla rubata e sul contemporaneo errore di tiro in terza. La T&A è sotto solo di un punto, ma in battuta fatica a inquadrare i lanci di Bassani. Come 24 ore prima, nella parte centrale di gara si produce poco (3 basi ball tra 2° e 6° inning). Anche Novara fatica sui lanci di Florian e allora tutto si decide nella parte finale.

Al 7° è botta e risposta. Prima è Novara a segnare un punto su Cherubini, ma sarebbe potuta obiettivamente andare molto peggio. Il rilievo della T&A è subito colpito al cuore dal doppio di Alvarez e dal singolo di Batista, con Buffa che poi si prende quattro ball e riempie le basi. A quel punto, con zero out, il rischio del tracollo è presente, ma i Titani reagiscono e subiscono un solo punto sul singolo di Monello (0-2). Sulle successive battute di Gallo e Pizzorni c’è l’out a casa, mentre sulla grounder di Dobboletta arriva il terzo eliminato in seconda.

San Marino c’è, è sotto di due punti e soffre, ma c’è. Il primo squillo di rimonta arriva nella parte bassa del 7° ed è tutta nel giro di mazza di Mattia Reginato, un fuoricampo che vale l’1-2. Sull’azione, nel ricadere dopo il tentativo di allungarsi verso la palla che stava uscendo, si fa purtroppo male l’esterno sinistro di Novara, Andrea Gallo, che deve uscire dal campo. Entra Caglieris e cambia un po’ la difesa dei piemontesi che sono bravi, ancora con un ottimo Bassani sul monte, a chiudere senza ulteriori danni. All’ottavo il partente ospite deve però capitolare, con la T&A che segna il 2-2 col singolo di Ferrini che manda a punto Pulzetti (in base su errore). Entra D’Amico, con Novara che chiude la ripresa e torna nuovamente in vantaggio al 9° grazie al doppio di Batista e al singolo di Buffa. Un 3-2 che sembra una doccia gelata sulle rinnovate ambizioni della T&A, che però con Oberto chiude la ripresa e ci prova nella parte bassa del nono. Reginato tocca subito un singolo, è spostato in seconda dal sacrificio di Avagnina ma poi c’è anche il secondo out (Morreale). A un passo dalla sconfitta va a battere Ermini, pinch hitter al posto di Pulzetti. Al secondo lancio, il veterano colpisce il fondamentale doppio del 3-3, una bella legnata che vale tantissimo nell’economia della partita.

Si va agli extrainning e, come noto, già al 10° si entra in regime di tie-break. Di fatto, uomini in prima e seconda con zero out. Novara spreme un punto col doppio di Angulo ma si ferma lì, mentre la T&A fa di più e vince. Sotto 3-4, Epifano va col bunt ma il catcher sbaglia il tiro in prima e sono tutti salvi. Chiarini è chirurgico e tocca il singolo della nuova parità, quella del 4-4. Le basi sono ancora piene e ci sono zero out. Basta una volata, ma Francesco Imperiali ha idee diverse. Arriva il fuoricampo, è un grande slam. È più bello così. È molto più bello così.

T&A SAN MARINO – NOVARA 8-4 (10°)

NOVARA: Dobboletta ec (0/5), Loardi ed (0/5), Angulo ss (1/5), Alvarez 3b/r (1/4), Batista 2b/3b (2/5), Buffa 1b (2/4), Monello r/es (2/3), Gallo (Caglieris 2b 0/1) es (0/3), Pizzorni dh (0/1).

T&A: Poma ec (0/2), Ferrini 2b/3b (2/5), Epifano ss (0/4), Chiarini dh (2/4), Imperiali 1b/2b (1/5), Reginato ed (2/4), Avagnina es (0/2), Cit (Morreale 0/1) r (0/3), Pulzetti (Ermini 1b 1/1) 3b (0/2).

NOVARA: 001 000 101 1 = 4 bv 8 e 2

T&A: 000 000 111 5 = 8 bv 8 e 1

LANCIATORI: Bassani (i) rl 7.1, bvc 4, bb 3, so 5, pgl 1; D’Amico (L) rl 1.2, bvc 4, bb 2, so 1, pgl 3; Florian (i) rl 6, bvc 1, bb 1, so 8, pgl 0; Cherubini (r) rl 1, bvc 3, bb 1, so 0, pgl 1; Oberto (W) rl 3, bvc 4, bb 1, so 1, pgl 1.

NOTE: fuoricampo di Reginato (1p. al 7°) e Imperiali (4p. al 10°). Doppi di Angulo, Alzarez, Bastista ed Ermini.

 
GARA1, T&A-NOVARA 1-3
Venerdì 16 Giugno 2017 21:44    PDF Stampa E-mail

In gara1 con Novara la T&A va sotto subito, al primo inning, poi non riesce a reagire compiutamente, al di là dello svantaggio dimezzato proprio nella parte bassa della ripresa iniziale. Nel 3-1 finale per Novara il vincente è Ruiz, mentre il perdente per San Marino è Quevedo. Quattro le valide dei Titani, firmate con altrettanti singoli da Ermini, Epifano, Chiarini e Reginato.

A decidere il match è stato un primo inning con qualche pasticcio di troppo. Dobboletta, al secondo lancio di Quevedo, indovina una grounder perfettamente centrale il cui rimbalzo mette fuori causa proprio lo starter della T&A e passa in mezzo agli interni. Dopo il primo out (grounder in scelta difesa di Loardi), è un’insidiosa battuta di Angulo verso Pulzetti a produrre i primi problemi. La valida del giocatore piemontese provoca però anche un errore di tiro in prima e nel tentativo di completare l’out arriva a casa il primo punto novarese, nonché un avanzamento su un altro errore difensivo. Non solo, perché la successiva rimbalzante di Alvarez vale il 2-0 per la squadra ospite.

La T&A dimezza lo svantaggio al cambio di campo. Merito dei singoli back to back di Ermini ed Epifano, ma anche dell’errore di tiro in seconda del catcher sulla doppia rubata. Entra il punto dell’1-2, ma sarà anche l’ultima volta che la T&A saprà essere pericolosa nel match. Novara segna un punto anche al 6° (due singoli, un errore e un lancio pazzo per il 3-1), mentre i Titani non producono nulla di significativo in attacco. Ottima la partita di Ruiz sul monte di lancio piemontese, tanto che nei cinque inning tra il 2° e il 6° nessun uomo riesce ad arrivare in base. Rompe l’incantesimo un singolo di Chiarini al 7°, poi ne arriva uno anche da parte di Reginato all’8°. Sono però valide che non trovano continuità nel resto del line-up e Novara controlla il vantaggio fino al 3-1 conclusivo.

T&A SAN MARINO – NOVARA 1-3

NOVARA: Dobboletta ec (1/3), Loardi ed (0/4), Angulo ss (1/3), Alvarez r (1/3), Batista 3b (0/4), Bassani 2b (1/4), Monello 1b (1/4), Caglieris dh (0/4), Gallo es (0/3).

T&A: Poma ec (0/4), Ermini es/1b (1/4), Epifano ss (1/4), Chiarini dh (1/3), Imperiali 1b/2b (0/3), Morreale r (0/3), Reginato ed (1/3), Babini (Avagnina es 0/1) 2b (0/2), Pulzetti 3b (0/3).

NOVARA: 200 010 000 = 3 bv 5 e 1

T&A: 100 000 000 = 1 bv 4 e 3

LANCIATORI: Ruiz (W) rl 7.1, bvc 4, bb 0, so 9, pgl 0; Aristil (S) rl 1.2, bvc 0, bb 0, so 2, pgl 0; Quevedo (L) rl 6, bvc 5, bb 0, so 6, pgl 0; Kimborowicz (r) rl 1, bvc 0, bb 0, so 2, pgl 0; Camacho (1) rl 1, bvc 0, bb 2, so 2, pgl 0; Ascanio (f) rl 1, bvc 0, bb 0, so 1, pgl 0.

NOTE: nessuna battuta extra base.

 


Pagina 9 di 111