logo 30

Banner
Banner
Banner
Banner
IBL 1
GARA1, PADULE-T&A 6-14
Sabato 15 Luglio 2017 18:31    PDF Stampa E-mail

Arriva una vittoria nel primo match di giornata a Sesto Fiorentino, ma non è stato affatto facile. La T&A trova buona fluidità in attacco (fuoricampo di Epifano, Reginato e Chiarini), ma Padule resta sempre vicino nel punteggio e i Titani non possono mai dirsi del tutto sicuri del successo fino alla parte conclusiva del match.

L’inizio in attacco è ottimo, con Ferrini a guadagnarsi la base ball, rubare la seconda e arrivare in terza sulla volata di Poma. Dopo la base ad Epifano, è il singolo a sinistra di Imperiali a portare a casa il primo punto, con Reginato successivamente a riempire le basi (quattro ball anche per lui) e Albanese, da rientrante, a colpire un altro singolo, questa volta quello del 2-0. Partenza al fulmicotone, ma Padule pareggia subito con tre doppi consecutivi del cuore del line-up su Oberto: sono Scull, Alarcon e Ramirez a battere altrettante valide extra-base, più che sufficienti a siglare il pari (2-2).

Singolo di Morreale e base ad Avagnina sono il prologo di una seconda ripresa ancora produttiva, con entrambi i corridori che avanzano su un lancio pazzo di Zotti e con Morreale che va a segnare il 3-2 su una rimbalzante di Poma. Non solo, perché Epifano prosegue nella sua esaltante stagione firmando un fuoricampo da due punti che porta avanti San Marino sul 5-2.

Nella parte bassa Padule non segna nonostante due valide, mentre al 3° la T&A sembra volar via con altri due punti. Subito due eliminati per i Titani, poi però ecco che arrivano il singolo di Albanese e le basi a Morreale e Avagnina che riempiono i cuscini. Geri sostituisce Zotti, ma il rilievo, al terzo lancio, è visto benissimo da Ferrini che tocca un singolo che porta a casa due punti (7-2).

Margine confortante che però è subito ridotto da un Padule mai domo che tra terza e quarta ripresa segna 4 punti. Al terzo un singolo di Maldonado ne porta a casa due (4-7), al quarto invece le segnature arrivano dalla valida di Scull con due in base (5-7) e da una palla mancata (6-7).

La T&A non può assolutamente abbassare la guardia, altrimenti rischia. AL 6° entra il punto dell’8-6 grazie a una volata di sacrificio di Imperiali, con i Titani che però sprecano l’allungo con una successiva linea che finisce in doppio gioco. Nella parte bassa Oberto, con due out, concede le valide a Neri e Santaniello. Nel box c’è il punto dell’eventuale pari ma il cambio sul monte della T&A, con Cherubini ad entrare in gioco, si rivela estremamente efficace. Il rilievo elimina al piatto un cliente tosto come Yordany Scull e chiude l’inning. Al 7° la T&A segna un’altra volta (grounder di Poma a basi piene per il 9-6) e all’8° allunga sul 10-6 grazie al solo-homer di Mattia Reginato. Il 9° è l’inning della definitiva sicurezza. Con due out e zero in base, San Marino segna 4 punti. Prima con la combinazione Ferrini (singolo) – Poma (base) – Epifano (valida dell’11-6). Poi col fuoricampo da tre punti di Chiarini per il 14-6 che sarà anche il punteggio finale.

POLISPORTIVA PADULE BASEBALL – T&A SAN MARINO 6-14

T&A: Ferrini 3b (3/5), Poma ec (0/4), Epifano ss (3/5), Chiarini dh (1/5), Imperiali 2b (2/5), Reginato ed (1/5), Albanese r (2/4), Morreale 1b (2/3), Avagnina es (1/3).

PADULE: Neri es (1/4), Santaniello ss (1/4), Scull ec (3/5), Alarcon 3b (2/5), Ramirez 2b (1/4), Valsecchi (Labardi 0/1) dh (0/3), Maldonado ed (2/4), Lumini (Rodriguez 0/1, Tomasello) 1b (1/3), Faticanti r (1/4).

T&A: 232 001 114 = 14 bv 15 e 1

PADULE: 202 200 000 = 6 bv 11 e 0

LANCIATORI: Oberto (W) rl 5.2, bvc 10, bb 2, so 7, pgl 4; Cherubini (S) rl, bvc, bb, so, pgl; Zotti (L) rl 2.2, bvc 5, bb 6, so 3, pgl 7; Geri (r) rl 3.1, bvc 4, bb 3, so 0, pgl 2; Gandolfi (r) rl 2.2, bvc 5, bb 1, so 0, pgl 5; Ricci (f) rl 0.1, bvc 1, bb 0, so 1, pgl 0.

NOTE: fuoricampo di Epifano (2p. al 2°), Reginato (1p. all’8°) e Chiarini (3p. al 9°); doppi di Scull, Alarcon, Ramirez e Faticanti.

 
T&A SABATO A SESTO FIORENTINO
Giovedì 13 Luglio 2017 16:16    PDF Stampa E-mail

La terza giornata di ritorno della seconda fase propone alla T&A la trasferta di Sesto Fiorentino, tana del Padule. Si gioca sabato, con playball della prima partita alle 16 e della seconda alle 20.30. Tutto in poche ore per capire se la T&A riuscirà a confermarsi al vertice della classifica in solitaria. Con i toscani è un vero e proprio testacoda. T&A prima a quota 18 vittorie e 6 sconfitte, Padule ultimo con 2 vittorie in 24 incontri.

Marco Nanni, qual è lo spirito con il quale la T&A deve affrontare questa trasferta?

“È vero che il Padule fin qui ne ha vinte solo due, ma bisogna fare attenzione. Mi spiego: la differenza tecnica deve essere confermata in campo e confortata da un approccio corretto alla partita. La ricetta deve essere quella di andare subito in vantaggio nei primi inning e cercare di rendere più semplice la gestione della gara”.

Com’è essere primi?

“Sicuramente un piacere. Gratificante. Ci stiamo allenando da febbraio e questo genere di classifica in questo momento per noi è un bel feedback. L’importante è chiaramente entrare nei playoff, ma farlo in una buona posizione di classifica è anche meglio. Giocarsi l’eventuale bella in casa è fattore da non sottovalutare”.

Secondo te qual è la migliore qualità attuale?

“Se è arrivato un primo posto vuol dire che ci sono qualità tecniche indiscutibili ma, al di là di questo, mi piacciono la serenità e la consapevolezza con le quali la squadra scende in campo. Se si gioca con tranquillità e positività, poi accadono cose buone”.

Ultima domanda, come stanno gli infortunati?

“Quasi sicuramente tornerà Simone Albanese e riceverà la prima partita nella quale il lanciatore sarà Oberto. Per Babini dobbiamo ancora verificare le possibilità che ci sia o meno”.

 
DOPPIETTA CON NETTUNO E PRIMATO SOLITARIO
Domenica 09 Luglio 2017 00:06    PDF Stampa E-mail

La quarta vittoria consecutiva, la seconda di fila segnando quattro punti, vale per la T&A il primato solitario in classifica, ottenuto con attenzione in difesa, attacco efficace e monte di lancio solido e continuo. Dopo il 4-2 di gara1, in gara2 con Nettuno finisce 4-1, ma il match è molto più complicato di quello di 24 ore prima. A risolvere una parità che sembrava scolpita nel marmo ci ha pensato il fuoricampo di Mario Chiarini, un solo-homer che ha spinto avanti i Titani sul 2-1 al 6° prima che arrivassero i due punti della sicurezza all’8°. Il vincente della gara è Cherubini, ottimo rilievo di un eccellente Florian, mentre a chiudere con la salvezza è Oberto.

La T&A è subito efficace al pronti-via, in difesa e in attacco. Ecco che al 1° inning ci sono rischi come nella serata precedente (colpito Sellaroli e singolo di Retrosi) ma anche una difesa che riesce a salvare tutto (doppio gioco su Bermudez e rimbalzante di Mazzanti per il terzo out). Al cambio di campo i Titani passano in vantaggio coi singoli di Poma ed Epifano e soprattutto col primo punto battuto a casa di serata da parte di Chiarini, a cui basta una rimbalzante per far entrare l’1-0.

La T&A non sfrutta due uomini in posizione punto al 2° e viene punita al 3° da Nettuno, che però si mangia le mani perché il vantaggio era davvero a portata di mano. Mercuri va col singolo, è in seconda su palla mancata e tenta la corsa in terza (out) sulla rimbalzante di Sellaroli. L’inning della squadra ospite prosegue con Retrosi out in diamante, Bermudez colpito e una palla mancata che fa avanzare i due corridori in scoring position. Mazzanti riempie i cuscini con la base ball e a quel punto a decidere tutto è la secca battuta di Colagrossi verso Imperiali. Il prima base della T&A non trattiene la palla, commette un errore e sull’azione, oltre a Sellaroli che segna l’1-1, anche Bermudez prova a correre a casa per il vantaggio, ma è nettamente out. Al 5° Nettuno apre l’inning col bel triplo di Mercuri, che però, con Sellaroli in battuta, su una palla non trattenuta da Morreale, prova a correre a casa ed è eliminato sull’asse Morreale-Florian. La T&A, dopo Florian, propone al 6° Cherubini, già vincente una settimana prima a Rimini. Nella parte bassa della stessa ripresa arriva il vantaggio per i Titani con un gran fuoricampo di Chiarini a sinistra che fissa il punteggio sul 2-1.

Nettuno si avvicina al pari all’8°, con Bermudez che, dalla prima, arriva in terza sull’errore della difesa sulla battuta di Colagrossi ma poi continua la corsa ed è eliminato a casa nel tentativo di siglare il 2-2. Al cambio di campo San Marino chiude ogni discorso con altri due punti, quelli della sicurezza. Chiarini è in base dopo quattro ball, mentre Reginato approfitta di un errore di Davenport. Il singolo di Morreale riempie le basi, Ermini è eliminato al piatto per il secondo out e Pulzetti tocca una rimbalzante che accarezza la linea a sinistra e il piatto di terza. La difesa lascia passare la palla sperando che esca in foul ma alla fine arriva il doppio del 4-1. Finisce sostanzialmente qua, perché al 9° Oberto chiude in scioltezza e consegna alla T&A il primato solitario.

T&A SAN MARINO – ANGEL SERVICE NETTUNO 4-1

NETTUNO: Sellaroli 2b (0/3), Retrosi ec (2/4), Bermudez ed (1/3), Mazzanti 3b (0/2), Colagrossi dh (1/4), Imperiali 1b (1/4), Giannetti (Sparagna) es (0/3), Davenport r (0/4), Mercuri ss (2/3).

T&A: Ferrini 2b (1/4), Poma ec (1/2), Epifano ss (1/4), Chiarini dh (1/3), Imperiali 1b (1/4), Reginato ed (1/4), Morreale r (1/2), Avagnina (Ermini 0/1) es (0/3), Pulzetti 3b (1/3).

NETTUNO: 001 000 000 = 1 bv 7 e 1

T&A: 100 001 02X = 4 bv 8 e 2

LANC.: Taschini (i) rl 3, bvc 4, bb 2, so 1, pgl 1; Simone (L) rl 2.1, bvc 2, bb 1, so 2, pgl 1; Morellini (f) rl 2.2, bvc 2, bb 3, so 1, pgl 0; Florian (i) rl 5, bvc 6, bb 1, so 2, pgl 0; Cherubini (W) rl 3, bvc 1, bb 1, so 3, pgl 0; Oberto (S) rl 1, bvc 0, bb 1, so 0, pgl 0.

NOTE: fuoricampo di Chiarini (1p. al 6°); triplo di Mercuri; doppi di Reginato e Pulzetti.

 
T&A-NETTUNO 4-2 IN GARA1
Venerdì 07 Luglio 2017 21:36    PDF Stampa E-mail

Tutto all’inizio e alla fine. In mezzo poco, ma basta e avanza alla T&A per battere 4-2 Nettuno nello scontro diretto e confermarsi in vetta alla classifica. I 3 punti al primo sono oro per i Titani, che controllano con un grande Quevedo sul monte e rischiano solo al 9°, quando Ascanio non ha un impatto perfetto sul match e subisce 2 punti. Poco male, perché il 4-2 vuol dire vittoria, ottenuta con le buone prestazioni di Chiarini (2/4) ed Epifano (3/4 con due doppi), oltre che con la tenuta di una squadra attenta e concentrata.

Nella partita di Quevedo ci sono due arrivi in base al primo, ma Nettuno non arriva neanche in terza perché dopo il singolo a destra di Sellaroli c’è quello interno di Bermudez. In mezzo, e dopo, gli out di Retrosi (bunt di sacrificio), Mazzanti (F7) e Colagrossi (1-3). La T&A risponde subito martellando il partente ospite, Ronald Uviedo. Arrivano tre punti al primo inning: basi a Ferrini e Poma, singolo in mezzo di Epifano (2-0), valida di Chiarini, base a Imperiali e rimbalzante di Reginato che porta a casa il 3-0.

Sufficiente per un Quevedo che concede le briciole al line-up laziale, con altri arrivi in base solo al 2° (singolo di Fontana), al 3° (errore di Epifano sulla battuta di Mercuri, che arriverà poi in terza con zero out ma non si muoverà di lì) e al 6° (valida di Retrosi). L’attacco sammarinese produce qualche valida sparsa, ma nulla di particolarmente importante fino all’8°, quando sul rilievo Dini si disegna una situazione di basi piene (doppio di Epifano, singolo di Chiarini e base a Imperiali) che genera la volata di sacrificio di Reginato (4-0).

Per la T&A, dopo i 7 inning di Quevedo, all’8° sale Perez (nessun problema) e al 9° Ascanio. Il closer, dopo aver eliminato Retrosi (FF7), subisce in sequenza i singoli di Bermudez e Mazzanti, più il doppio di Colagrossi che consente a Nettuno di segnare il primo punto (4-1). Ne entra anche un altro su lancio pazzo (4-2), ma Ascanio mette strike-out Giannetti e Fontana tocca una debole rimbalzante verso la prima che Imperiali controlla per l’out conclusivo. La T&A vince 4-2.

T&A SAN MARINO – ANGEL SERVICE NETTUNO 4-2

NETTUNO: Sellaroli 2b (1/4), Retrosi ec (1/3), Bermudez es (2/4), Mazzanti 3b (1/4), Colagrossi dh (1/4), Sparagna (Giannetti 0/1) ed (0/3), Fontana 1b (1/4), Trinci r (0/3), Mercuri ss (0/3).

T&A: Ferrini 2b (1/3), Poma ec (0/2), Epifano ss (3/4), Chiarini dh (2/4), Imperiali 1b (0/2), Reginato ed (0/3), Ermini es (1/4), Cit r (0/3), Pulzetti 3b (1/3).

NETTUNO: 000 000 002 = 2 bv 7 e 0

T&A: 300 000 01X = 4 bv 8 e 1

LANCIATORI: Uviedo (L) rl 5, bvc 5, bb 4, so 5, pgl 3; Jimenez (r) rl 2, bvc 1, bb 0, so 6, pgl 0; Dini (f) rl 1, bvc 2, bb 1, so 0, pgl 1; Quevedo (W) rl 7, bvc 4, bb 0, so 4, pgl 0; Perez (r) rl 1, bvc 0, bb 0, so 1, pgl 0; Ascanio (f) rl 1, bvc 3, bb 0, so 1, pgl 2.

NOTE: doppi di Epifano (2) e Colagrossi.

 


Pagina 10 di 115