logo 30

Banner
Banner
Banner
Banner
IBL 1
DERBY, LA VIGILIA DI MAURO MAZZOTTI
Mercoledì 27 Luglio 2016 14:44    PDF Stampa E-mail

Il derby? Un moto dell’anima, un sentimento sfuggente, una passione vibrante e viva. Storia e attualità, un universo intorno e anche un mondo dentro questa Rimini-T&A San Marino, classicissima di Italian Baseball League che nel 2016 vive il suo ennesimo capitolo. Il profumo di diamante è nell’aria ma da giovedì sera, allo stadio dei Pirati, la retorica lascerà spazio al campo, ai numeri, ai punti, alle vittorie e alle sconfitte.

E allora sentiamo dal manager Mauro Mazzotti che aria si respira a poche ore dall’evento…

«Di derby in questi anni se ne sono giocati parecchi e in questo momento, più che la sfida in sé, si sente l’importanza della semifinale scudetto. Con Rimini giochiamo spesso, ognuna conosce pregi e difetti dell’altra. Ora attendiamo l’inizio della prima partita».

È una serie che ha una favorita o si parte col 50% delle possibilità?

«Il campionato ha detto che le due squadre hanno concluso la regular season con lo stesso numero di vittorie e che hanno avuto cifre e statistiche comparabili. Sulla carta dovrebbe essere una serie lunga ed equilibrata, ma il fatto che in teoria potrebbero giocarsi sette partite in dieci giorni certamente influirà in qualche modo».

Cosa conterà di più?

«L’inerzia e la pressione possono far pendere la bilancia da una parte o dall’altra, ecco perché saranno decisivi anche i singoli episodi. Possono galvanizzare il gruppo e dare quella spinta in più, fondamentale in una serie con partite in programma quasi tutti i giorni».

Qual è la situazione degli infortunati in casa T&A?

«Ermini ci sarà e giocherà, per Albanese verificheremo fino all’ultimo la possibilità di un suo utilizzo e Chiarini invece è out».

Pensi che ci sarà pubblico in questa serie di semifinale?

«Mi piacerebbe molto che ci fosse una bella cornice intorno a noi, staremo a vedere».

IL PROGRAMMA

GARA1, giovedì 27 luglio ore 20.30 – RIMINI vs T&A SAN MARINO

GARA2, venerdì 28 luglio ore 20.30 – RIMINI vs T&A SAN MARINO

GARA3, lunedì 1° agosto ore 20.30 – T&A SAN MARINO vs RIMINI

GARA4, martedì 2 agosto ore 20.30 – T&A SAN MARINO vs RIMINI

EV. GARA5, mercoledì 3 agosto ore 20.30 – T&A SAN MARINO vs RIMINI

EV. GARA6, sabato 6 agosto ore 20.30 – RIMINI vs T&A SAN MARINO

EV. GARA7, domenica 7 agosto ore 20.30 – RIMINI vs T&A SAN MARINO

 
IL PROGRAMMA DELLA SEMIFINALE
Mercoledì 27 Luglio 2016 08:07    PDF Stampa E-mail

Nell'immagine di copertina potete vede giorni e orari della semifinale scudetto con Rimini. Le prime due partite si giocano in trasferta allo stadio dei Pirati: gara1 giovedì 28 e gara2 venerdì 29. Per gara3, gara4 e l'eventuale gara5, in programma lunedì 1° agosto, martedì 2 e mercoledì 3, si torna a Serravalle. Le eventuali gara6 e gara7 si giocherebbero a Rimini sabato 6 e domenica 7 agosto. Tutte le partite avranno inizio alle 20.30.

 
ERCOLANI E BECCARI ALLE LITTLE LEAGUE WORLD SERIES
Lunedì 25 Luglio 2016 08:16    PDF Stampa E-mail

Un grandissimo applauso ai due nostri ragazzi sammarinesi Alessandro Ercolani e Alessandro Beccari, che con la selezione dell’Emilia Romagna hanno vinto la Little League Europa/Africa in Polonia e ora volano letteralmente negli Stati Uniti.

Una grande avventura che deriva da una grande vittoria. I Ragazzi in Polonia, a Kutno, hanno vinto cinque partite e ne hanno persa una. 5-1, guarda caso, è anche il risultato della finalissima con le Repubblica Ceca, un match chiuso proprio da Ercolani sul monte di lancio.

E non è finita qui, perché ora i Ragazzi se la vedranno con avversari ancor più temibili in un contesto specialissimo. Si va negli Stati Uniti, a Williaamsport, Pennsylvania. Lì, dal 18 al 28 agosto si giocheranno le Little League World Series.

Tanti complimenti alla squadra e ai nostri Alessandro Ercolani e Alessandro Beccari. A loro va anche un enorme in bocca al lupo per l’avventura americana. BRAVI!

 
SEBASTIANO POMA VINCE LA MEDIA BATTUTA CON 369
Lunedì 25 Luglio 2016 07:28    PDF Stampa E-mail

Mica male, come primo anno alla T&A. Mica male, Sebastiano Poma. Il giovane azzurro, leadoff dei Titani, ha vinto la classifica della media battuta di Italian Baseball League con un ragguardevole 369. Un numero ottenuto partendo alla grandissima e proseguendo con una continuità impressionante. Dietro di lui, a 368, un certo Ronny Cedeno. Ma Poma è lassù, al comando. Primo italiano a vincere la media battuta dal lontano 2008, quando ci riuscì Peppe Mazzanti.

Sebastiano Poma, ci hai mai pensato durante la stagione?

«No, direi di no. Pensavo solo a battere e a fare le cose giuste. Forse solo nell’ultima partita ci ho creduto davvero».

369: grande media, te l’aspettavi?

«Non me l’aspettavo, anche perché negli altri anni non ero arrivato a queste cifre. Qui a San Marino mi sono trovato subito benissimo, il gruppo è fantastico e sono stato accolto alla grande. Il 90% viene da lì».

Sei arrivato un soffio sopra a una star come Cedeno…

«Questo è sicuramente motivo di orgoglio. Star lì in classifica con uno da Major League come Cedeno è un bel premio al lavoro fatto. C’è grande soddisfazione».

In semifinale c’è il derby con Rimini, senti differenza tra terzo e secondo posto?

«Non cambia molto, gli stadi sono molto vicini. Per questo credo che la differenza non sarà tanta e sarà fatta da chi saprà esprimersi meglio in campo».

Senti il clima da derby?

«Diciamo che, visto che è il primo anno che sono qui, ancora non lo percepisco come magari altri. Rimini in questo momento deve essere presa sul serio come un’avversaria da semifinale, da affrontare al massimo. Al di là della questione derby».

Cosa ti aspetti da questa serie?

«Pertite di altissimo livello. Da noi è rientrato in pieno Mattia Reginato e anche Mario Chiarini nell’ultima partita ha provato in campo. Non vediamo l’ora di cominciare».

Qual è il punto di forza di Rimini?

«Il monte di lancio in generale, anche grazie all’ultimo arrivo, Padron. I rilievi sono eccellenti, ma ci sono anche ottimi partenti».

Quale sarà la chiave?

«Giocare sempre ad alta intensità, al 100%, senza buttare via turni in battuta. I lanciatori stanno facendo bene e noi battitori dobbiamo produrre più turni possibile di qualità. Ci proveremo».

 


Pagina 10 di 95