logo 30

Banner
Banner
Banner
Banner
IBL 1
RIMINI FA IL BIS A SERRAVALLE
Domenica 03 Settembre 2017 00:34    PDF Stampa E-mail

Serve poco altro, oltre al punteggio. Da un 15-5 puoi già immaginare tanto, anche se, piccolo particolare, 8 di quei 15 punti sono arrivati in un 9° inning devastante quando la partita poteva essere, tutto sommato, recuperabile. Rimini sbanca per la seconda volta in 24 ore lo stadio di Serravalle, va 2-0 nella serie scudetto e martedì, in casa, avrà il primo match-point. Va tutto storto a una T&A che nel primo terzo di match va sotto 0-6, recupera sul 4-6 e poi sul 5-7, ma non riesce mai nella zampata dell’aggancio e finisce per essere punita in maniera severa al nono. Lo score recita che il vincente è stato Richetti, perdente Florian, salvezza per Teran.

Tesa, di nervi, la gara all’inizio vive sulle piccole cose: una linea finita in un guanto, un doppio gioco, la capacità di sbagliare poco. La T&A, questa volta, sbaglia tanto. Non come da suo costume.

Al 1° inning sembrerebbe andare tutto dritto ai Titani, che ottengono una preziosa eliminazione a casa base su Noguera dopo la valida interza di Garbella. Al cambio di campo, doppio di Poma e singolo di Chiarini, con un out, fanno sprizzare ottimismo, ma arriva un doppio gioco della difesa ospite a smorzare gli entusiasmi.

È 0-0, me per poco. Al 2° Rimini segna due volte: base a Celli e valida di Caseres, poi un errore della difesa sulla doppia rubata manda a punto entrambi. Al 3° gli ospiti confezionano un big inning da quattro punti: singoli di Infante e Noguera, errore della difesa su una volata di Vasquez (0-3), Garbella colpito, singolo di Celli (0-5) e altro errore della difesa su un tentativo di tiro in prima dopo che sul monte Cherubini aveva sostituito Florian (0-6).

Una batosta, ma niente affatto definitiva, non fosse altro perché siamo ad appena un terzo di gara. Ecco allora che, proprio tra 3° e 4°, la T&A si rifà sotto prepotentemente. Al 3° arrivano due punti coi doppi di Pulzetti e Poma (1-6) più il singolo di Albanese (2-6). Al 4° altri due con singolo di Imperiali, doppio di Avagnina (3-6) e volata di Pulzetti (4-6).

Non si smette mai di segnare, tanto che il 5° è l’inning del botta e risposta tra il punto riminese (base ball a Bertagnon coi cuscini carichi, 7-4, poi entra Coveri per Cherubini) e quello sammarinese (doppio di Epifano e singolo di Reginato, 5-7).

Il punteggio dice che la T&A può ancora crederci, ma al 6° e al 7° arrivano due doppi giochi a concludere l’attacco sammarinese, mentre all’8° Teran produce tre eliminazioni veloci. Al tramonto del match, San Marino cade fragorosamente e Rimini segna 8 punti al 9°. Sette valide, con tre punti battuti a casa da Celli in due distinte occasioni (doppio e singolo), uno da Caseres e quattro da Infante con un grande slam. Finisce 15-5 per Rimini.

La cronaca è cruda, sincera nei numeri e nelle giocate in campo. Il futuro invece è da scrivere, nessuno lo conosce. Di sicuro, di certo, non c’è nulla. Che sia difficile è scontato. Che Rimini, adesso, sia la favorita per lo scudetto, è palese. La storia recente però dice che tutto è possibile. Testa, gambe e carica agonistica della T&A vanno tutte su gara3. Un’impresa va fatta un passo alla volta.

T&A SAN MARINO – RIMINI 5-15

RIMINI: Infante ss (2/6), Noguera 2b (4/6), Vasquez (Malengo) 1b (1/4), Garbella ed (3/4), Celli ec (3/3), Caseres dh (2/4), Zappone es (0/6), Giovannini (Bertagnon 0/1) r (0/2), Di Fabio 3b (0/5).

T&A: Ferrini 2b (0/4), Poma ec (3/5), Chiarini dh (1/3), Reginato ed (2/5), Albanese r (1/4), Epifano ss (2/4), Imperiali (Ermini 0/1) 1b (1/3), Avagnina es (1/4), Pulzetti 3b (1/2).

RIMINI: 024 010 008 = 15 bv 15 e 0

T&A: 002 210 000 = 5 bv 12 e 3

LANCIATORI: Richetti (W) rl 5.0, bvc 10, bb 0, so 3, pgl 5; Escalona (r) rl 1.1, bvc 0, bb 2, so 1, pgl 0; Teran (S) rl 2.2, bvc 2, bb 1, so 1, pgl 0; Florian (L) rl 2.0, bvc 6, bb 1, so 2, pgl 2; Cherubini (r) rl 2.2, bvc 1, bb 3, so 2, pgl 1; Coveri (r) rl 3.1, bvc 3, bb 2, so 1, pgl 2; Oberto (f) rl 1, bvc 5, bb 3, so 1, pgl 6.

NOTE: fuoricampo di Infante (4p. al 9°), doppi di Noguera, Celli, Poma (2), Reginato, Avagnina e Pulzetti.

 
IBS, IN GARA1 HA LA MEGLIO RIMINI
Sabato 02 Settembre 2017 00:21    PDF Stampa E-mail

Un giro di mazza di Bertagnon al quinto, due punti e vittoria di Rimini. Sta in piccoli particolari il 2-1 maturato a Serravalle che manda i Pirati 1-0 nella serie. La T&A gioca una gara gagliarda, sempre equilibrata, col conto finale di valide (5) ed errori (1) pari. C’è anche un punto per i Titani, all’8°, ma non basta per vincere. Alla fine a festeggiare sono gli ospiti, con Rosario vincente, Quevedo perdente ed Hernandez con la salvezza.

Dopo un lievissimo ritardo dovuto a uno scroscio di pioggia caduto proprio un quarto d’ora prima del match, il cerimoniale può avere inizio e con esso il primo lancio di questa Italian Baseball Series, effettuato dal Segretario di Stato allo Sport della Repubblica di San Marino, Marco Podeschi.

Nei primi quattro inning le squadre si punzecchiano senza creare eccessivi pericoli. Tre le volte in cui le due formazioni arrivano in posizione punto: una Rimini (doppio di Zappone al 2°) e due San Marino (singolo di Imperiali e base a Ermini al 2°, errore su Epifano e rubata al 4°).

Al 5°, poi, ecco che si decide la partita. Celli guadagna una base ball dopo un lunghissimo turno, Zappone lo sposta con un sacrificio e Malengo tocca un singolo che, sul tiro, porta lo stesso battitore in seconda. Ci sono due uomini in posizione punto, entrambi portati a casa dal successivo giro di mazza di Bertagnon, che va col singolo del 2-0.

È una gara in cui bisogna sfruttare ogni minima occasione, anche perché se ne presentano poche. La T&A ha un bel sussulto all’8°, quando dimezza lo svantaggio grazie ai singoli di Ferrini (poi in seconda su sacrificio) e Reginato (valida dell’1-2), ma non basta. Al nono non ci sono arrivi in base. Rimini vince 2-1.

T&A SAN MARINO – RIMINI 1-2

RIMINI: Infante ss (0/4), Noguera 2b (0/3), Vasquez es (1/3), Garbella ed (1/4), Celli ec (0/3), Zappone dh (1/3), Malengo 1b (1/4), Bertagnon r (1/4), Di Fabio 3b (0/3).

T&A: Ferrini 2b (1/4), Poma ec (0/3), Chiarini dh (1/3), Reginato ed (1/4), Albanese r (0/4), Epifano ss (0/4), Imperiali 1b (1/4), Ermini es (1/3), Pulzetti 3b (0/3).

RIMINI: 000 020 000 = 2 bv 5 e 1

T&A: 000 000 010 = 1 bv 5 e 1

LANCIATORI: Rosario (W) rl 6.2, bvc 3, bb 2, so 4, pgl 0; Hernandez (S) rl 2.1, bvc 2, bb 0, so 1, pgl 1; Quevedo (L) rl 5.1, bvc 5, bb 1, so 5, pgl 2; Nieve (r) rl 2.2, bvc 0, bb 2, so 6, pgl 0; Perez (f) rl 1, bvc 0, bb 0, so 2, pgl 0.

NOTE: doppio di Zappone.

 
GARA1, LA VIABILITA'
Giovedì 31 Agosto 2017 19:22    PDF Stampa E-mail

Vista la concomitanza, domani venerdì 1° settembre, tra gara1 dell'Italian Baseball Series tra T&A e Rimini e la partita di calcio tra la nazionale sammarinese e quella dell'Irlanda del Nord, il San Marino Baseball ricorda che la viabiltà nella zona di Serravalle subirà alcune piccole modifiche. Nessun problema per gli appassionati del batti e corri, che potranno comunque raggiungere il diamante percorrendo normalmente la Superstrada (via IV Giugno) e scendendo come di consueto per via La Ciarulla dalla rotonda di Serravalle. Off-limits invece via Rancaglia proprio per la disputa, al San Marino Stadium, della partita di calcio valevole per le qualificazioni ai Mondiali.

Visto l'arrivo dei tifosi nord-irlandesi in bus-navette che verranno disposti nel parcheggio del Multieventi, rimane assicurata la disponibilità dei consueti parcheggi di fronte al campo e in via La Ciarulla.

 
IBS, INTERVISTA AL MANAGER MARCO NANNI
Giovedì 31 Agosto 2017 12:15    PDF Stampa E-mail

C’è tutto un mondo intorno, ma c’è, ci sarà tra poche ore, anche la partita. La cosa più importante, in fondo. Alle 20.30 di venerdì 1° settembre, a Serravalle, scatta l’edizione 2017 dell’Italian Baseball Series, una finale scudetto che vede la T&A San Marino affrontare Rimini in un remake dell’ultimo atto del 2013. Dopo il primo lancio, che sarà effettuato dal Segretario di Stato allo Sport della Repubblica di San Marino, Marco Podeschi, via allo showdown.

“Si parte – commenta il manager della T&A, Marco Nanni – e noi dovremo essere bravi ad affrontare questo appuntamento al meglio, con la giusta tensione agonistica e la giusta serenità. Anzi, direi che a livello numerico bisognerebbe essere tesi e carichi al 66% e sereni al 33%. Partite importanti, non ci deve essere niente che si frapponga tra noi e il pensiero a esse”

Sarà derby con Rimini, che sabato scorso ha avuto la meglio in gara5 di Bologna…

“Rimini è carica, tonica. Lo è stata in gara5 ma anche in tutta la serie con l’UnipolSai. Affronteremo una squadra che non vuole concedere nulla e che sa sfruttare le occasioni, specialmente con un cuore del line-up caldo formato da Garbella, Celli e Vasquez al quale fare particolarmente attenzione”

Quanto incide che sia ‘anche’ un derby?

“Credo che incida relativamente, soprattutto a questo punto della stagione. L’importanza della finale scudetto oltrepassa tutto, obiettivamente”

Quale deve essere la ricetta per la T&A?

“Dobbiamo continuare con la nostra idea di gioco, che nell’ultimo periodo stiamo esprimendo bene. Insomma, qualità e determinazione, ben sapendo che le opportunità per far male arriveranno: dobbiamo solo aspettare ed essere bravi a saperle cogliere”

 


Pagina 3 di 115