logo 30

Banner
Banner
Banner
Banner
AL DEBUTTO T&A-PADOVA 13-3 (7°)
Venerdì 14 Aprile 2017 21:44    PDF Stampa E-mail

Finisce con la manifesta al 7° il debutto della T&A nell’Italian Baseball League 2017. I Titani cominciano come meglio non avrebbero potuto e vincono 13-3 contro Padova, ringraziando la partita monstre di Quevedo e un quarto inning da 7 punti. Nel box 3/5 per Chiarini (valida del definitivo +10 al 7°) e 3/5 anche per Poma (singolo, doppio e triplo).

Un paio di inning di assestamento e poi Quevedo non fa vedere palla ai battitori di Padova (e neanche alla sua difesa). A partire da Sandalo, ottavo nel line-up, il partente di Nanni comincia una striscia di nove strike-out consecutivi, dominando in lungo e in largo.

Intanto la T&A segna il primo punto al secondo senza valide. Con due out ecco la base a Ferrini, poi un errore di Sciacca sulla lunga volata di Ermini vale l’1-0. Al terzo Canache comincia a essere colpito duramente dalle mazze sammarinesi. Comincia Poma con un gran triplo, col 2-0 che arriva su palla mancata e il 3-0 dopo le due valide di Chiarini e Albanese.

La forbice tra le due squadre si allarga inesorabilmente al quarto, quando la T&A mette a segno 7 punti e di fatto chiude la partita. L’inning è aperto dalla valida di Ermini e dalla base ball a Imperiali, con Pulzetti che spinge i compagni in posizione punto e Poma che li porta a casa col doppio che vale il 5-0. Non basta, perché Ferrini va col triplo del 6-0 e poi va a segnare il 7-0 sul singolo di Avagnina. Dopo l’eliminazione di Chiarini (2° out), la T&A prosegue con base ball ad Albanese, doppio di Epifano (8-0) ed un altro errore che fa entrare i due punti del 10-0.

Gara già in ghiaccio, ma Padova reagisce su Morreale al 6°, col rilievo che subisce quattro valide (singoli di Pacini, Martone e Montalbetti, doppio di Teahen) e tre punti (10-3). Non finisce qua, perché la T&A riesce tra 6° e 7° a mettere insieme le segnature che valgono la ‘manifesta’. Al 6° singolo di Chiarini e triplo di Epifano valgono l’11-3, al 7° invece il giro di mazza decisivo è quello di Mario Chiarini, che a basi piene, sull’ex Crepaldi, buca gli interni a destra e porta a casa i due punti del 13-3.

T&A SAN MARINO – TOMMASIN PADOVA 13-3 (7°)

PADOVA: Pacini ec (1/4), Martone 2b (2/4), Teahen 1b (1/4), Perdomo ss (0/3), Sciacca ed (0/3), Montalbetti dh (1/3), Medoro r (1/3), Sandalo 3b (0/2), Berini es (0/2).

T&A: Poma ec (3/5), Ferrini 3b (1/4), Avagnina ed (1/4), Chiarini dh (3/5), Albanese r (1/3), Epifano ss (2/3), Ermini es (1/4), Imperiali 1b (0/2), Pulzetti 2b (1/3).

PADOVA: 000 003 0 = 3 bv 6 e 4

T&A: 012 701 2 = 13 bv 13 e 1

LANCIATORI: Canache (L) rl 3.1, bvc 7, bb 3, so 1, pgl 6; Spada (r) rl 3.1, bvc 5, bb 2, so 3, pgl 3; Crepaldi (f) rl 0.0, bvc 1, bb 1, so 0, pgl 0; Quevedo (W) rl 5, bvc 2, bb 1, so 10, pgl 0; Morreale (r) rl 1, bvc 4, bb 0, so 1, pgl 3; Perez (f) rl 1, bvc 0, bb 1, so 2, pgl 0.

NOTE: tripli di Poma, Ferrini ed Epifano, doppi di Teahen, Poma ed Epifano.