logo 30

Banner
Banner
Banner
Banner
GARA3, LA VIGILIA DELLA T&A
Lunedì 04 Settembre 2017 13:29    PDF Stampa E-mail

È vigilia di gara3 e la T&A si appresta a viaggiare verso il vicino Stadio dei Pirati, dove domani sera alle 20.30 proseguirà la serie scudetto, con Rimini in vantaggio 2-0. Per i Titani serve un veloce reset su quanto accaduto nella seconda partita e un tornare a giocare come nelle proprie capacità. Intanto è sotto esame Francesco Imperiali, infortunatosi sabato sera al retto femorale destro: per lui presenza in forte dubbio.

Col manager Marco Nanni sentiamo qual è l’umore della truppa

“Bisogna lasciarsi dietro la sconfitta, scendere in campo con l’atteggiamento giusto, con serenità, e vincere – dichiara il manager della T&A -. Soprattutto cercando di fare le nostre cose, non di più. Dobbiamo giocare sui nostri limiti, non andare oltre in maniera evidente. Ansia e paura non devono esistere, andiamo a giocare come sappiamo e poi faremo i conti”

Tornare a essere se stessi…

“Esatto. Sabato sera siamo stati bravi a rientrare dallo 0-6, questione niente affatto semplice e scontata. Poi, sotto di due, una battuta andata in un modo o nell’altro avrebbe potuto cambiare il corso del match. Peccato, ma ora bisogna pensare alla terza partita e a fare il meglio possibile”

Quale sarà il partente della T&A?

“Valuteremo le condizioni dei lanciatori nelle immediate vicinanze del match, ma allo stato attuale delle cose posso dire che a partire sul monte sarà uno tra Quevedo e Kimborowicz. Rimini? Stiamo a vedere, probabilmente replicheranno quanto fatto con Bologna in semifinale, cioè Hernandez partente in alternanza a Rosario. La chiave sarà cercare di essere incisivi e di far lanciare il più possibile chi si presenterà all’inizio sul mound”